cerca CERCA
Giovedì 19 Maggio 2022
Aggiornato: 13:49
Temi caldi

Caserta: blatte e pane cotto con materiale di scarto, chiuso panificio

06 febbraio 2015 | 09.33
LETTURA: 2 minuti

Per alimentare il forno venivano bruciati infissi, scaffali e pedane. Gravi le carenze igienico-sanitarie riscontrate dai Nas

alternate text

Locali infestati dalle blatte e pane cotto utilizzando per il forno a legna materiali di scarto tra cui pedane, infissi e scaffali, tutto materiale di scarto che sprigionava sostanze tossiche e altamente nocive per la salute. Il panificio è stato chiuso dal Nas di Caserta che, nel corso di un controllo nel campo della produzione artigianale del pane, ha riscontrato gravi carenze igienico-sanitarie.

I militari hanno constatato che i locali erano infestati da blatte e accertato che il titolare dell’attività non attuava le procedure di autocontrollo, tese a garantire la salubrità dei prodotti ottenuti e commercializzati. All’interno dei locali hanno rinvenuto, inoltre, scarti di legname (pedane, infissi e scaffali) utilizzati per cuocere il pane e i prodotti da forno che, così, venivano a contatto con sostanze tossiche e pericolose per la salute pubblica.

Il materiale di risulta, classificato come rifiuto speciale, non può essere impiegato per l’alimentazione dei forni che richiedono, invece, esclusivamente legna o prodotti legnosi idonei allo scopo. Per le gravi violazioni riscontrate e l’assenza dei requisiti igienico-sanitari è stata disposta l’immediata chiusura del panificio e sequestrate le attrezzature. Al titolare del panificio sono state contestate sanzioni amministrative per diverse migliaia di euro.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza