cerca CERCA
Mercoledì 19 Maggio 2021
Aggiornato: 00:03
Temi caldi

Serie A

"Inzaghi resta alla Lazio"

03 giugno 2019 | 12.55
LETTURA: 3 minuti

Annuncio del presidente Lotito: "Ora ci sono gli aspetti formali"

alternate text
Simone Inzaghi (IPA/Fotogramma)

"Abbiamo rinnovato il contratto con Simone Inzaghi". Lo ha annunciato il presidente della Lazio, Claudio Lotito, ai microfoni di 'Palla al centro' su Radio Rai 1. "Ora ci sono gli aspetti formali. Era nell'ordine delle cose, al di là di quelle che sono state le battaglie di stampa, io non ho mai proferito parola né fatto o assunto posizioni che potessero far presagire un epilogo completamente diverso" ha proseguito Lotito sul prolungamento dell'accordo con il tecnico biancoceleste, dopo le voci di un possibile addio alla panchina.

"Adesso ripartiamo tutti insieme, cercando di andare a confrontarci per raggiungere gli obiettivi che negli ultimi tre anni avevamo alla portata ma non siamo riusciti a raggiungere" ha aggiunto il presidente Lotito. "Io non mi sono preoccupato di quello che potesse accadere, conoscendo i miei interlocutori e in particolare Simone Inzaghi. La nostra è una grande famiglia fatta sulla base del rapporto che esiste, non solo lavorativo; e abbiamo convenuto di proseguire insieme nel cammino e tra l'altro da parte nostra non c'è stata nessuna esitazione".

"La Juventus era interessata a Inzaghi? Non entro nel merito del vero o non, io richieste o contatti diretti non ne ho mai avuti. Quello che conta è aver creato le condizioni di armonia di un progetto e aver messo le basi per una crescita e una nuova organizzazione volta al miglioramento della squadra" ha aggiunto Lotito, spiegando che "il contratto è stato allungato, c'era un contratto in essere che legava l'allenatore alla Lazio. Era la società che lo doveva liberare ma non c'è stato nessun braccio di ferro".

"Amore per la Lazio del tecnico? Non solo Inzaghi, l’amore è di tutte le componenti. Io penso di governare con il buon senso di un padre di famiglia. Alcune cose potevano essere mal interpretate ma nel momento che vengono poste in essere in modo coerente, alla fine si trova sempre una soluzione. Ripeto, da parte nostra non c’è stato alcun braccio di ferro, sono state solo voci mediatiche usate per strumentalizzare in senso negativo. La dialettica e il confronto ci devono essere, come in ogni famiglia, ci siamo chiariti ed abbiamo ricreato una carica psicologica giusta. Ora potremo affrontare una nuova stagione con tutt’altro spirito".

Il presidente della Lazio ha poi tracciato un bilancio della stagione: "Noi, più di un voto, facciamo un po' un consuntivo su quelli che sono stati eventuali errori nostri per non conseguire un risultato che la squadra avrebbe meritato in campionato, purtroppo ci sono fattori imponderabili come infortuni e altre situazioni che hanno inciso in maniera significativa. E' altrettanto vero che abbiamo coronato la stagione attraverso l'acquisizione di un titolo, forse siamo specializzati nella Coppa Italia, e nelle coppe e speriamo di fare bene nella competizione che dovremo affrontare, il risultato complessivo è buono. La Champions? Abbiamo lottato senza arrivarci, ma non si può dire che non abbiamo lottato oppure che siamo stati inferiori alle altre squadre. Gli obiettivi sono legati a storie e a fattori imponderabili che incidono in maniera importante. La squadra non ha raggiunto l’obiettivo non perché non fosse in grado, ma perché le situazioni hanno portato a questo. Ecco perché stiamo parlando di come affrontare la prossima stagione, c’è convergenza di tutte le componenti da questo punto di vista".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza