cerca CERCA
Giovedì 21 Ottobre 2021
Aggiornato: 08:20
Temi caldi

Calcio: Inzaghi, servono voglia e determinazione per battere il Milan

12 febbraio 2017 | 17.13
LETTURA: 4 minuti

alternate text
Il tecnico della Lazio Simone Inzaghi (Foto Afp) - AFP

"Sappiamo che domani incontreremo una squadra forte, organizzata che potrebbe avere qualche defezione ma che, d’altro canto, ha un organico di primo livello. A Bologna hanno dimostrato il loro valore. Noi abbiamo voglia e la determinazione per dare continuità alle prestazioni. Veniamo da due ottime gare contro Inter e Pescara e vogliamo continuare a far bene, nonostante davanti a noi ci sarà il Milan. Ho visto i ragazzi convinti, dovremo dare il massimo per vincere una gara fondamentale". Il tecnico della Lazio, Simone Inzaghi, parla così della sfida contro il Milan all'Olimpico. Una sfida importante per la corsa all'Europa.

"Mancano ancora tante partite, ma sicuramente la sfida è molto importante per noi. Al gruppo brucia ancora la sconfitta dell’andata, non avevamo meritato di perdere. Non sarà decisiva, manca molto alla fine del campionato. Abbiamo vinto contro l’Inter in Coppa Italia, ma anche contro la Fiorentina in campionato. La squadra ha convinzione e sta lavorando bene, vogliamo proseguire sulle orme delle ultime partite", prosegue il tecnico biancoceleste che vuole una prova di maturità dai suoi. "La partita sarà molto importante ed è stata preparata bene. Tutte le gare sono prove di maturità per noi. La dimostrazione di ciò la abbiamo avuta domenica contro il Pescara, una squadra che non ci ha regalato nulla, abbiamo abbassato la guardia e abbiamo preso gol. Giocando contro il Milan, dovremo fare la nostra partita per fare bottino pieno".

Sulla formazione Inzaghi non si sbilancia. "Ho sempre dei dubbi, i miei giocatori si esprimono al meglio e mi mettono sempre in difficoltà. Tranne Luis Alberto, tutti saranno disponibili per il match. Ho ancora due allenamenti per decidere l’undici. Domani cercheremo di fare la partita giocando. Il Milan l’ho visto e a volte ha aspettato l’avversario, a volte lo ha preso alto. E’ difficile preparare la partita a tavolino, in corso d’opera ci sono degli avvenimenti che possono cambiare l’inerzia della sfida stessa".

"Affronteremo una squadra che ha molta qualità. Sanno giocare bene a calcio e sanno anche ripartire. Non dobbiamo farci sorprendere, ma anche loro dovranno stare attenti a noi e alle nostre armi", sottolinea l'allenatore della Lazio, dando però i meriti alla squadra per la stagione fatta fino ad ora. "Siamo arrivati ad un punto nel quale la squadra è matura, al di là del modulo interpretiamo le partite nel migliore dei modi. Possiamo usare diversi schieramenti, le scelte dipenderanno da chi mi darà maggiori garanzie. Da lunedì, in un mese, dovremo disputare sei partite e dovrò gestire le forze del gruppo. Quando abbiamo avuto le tre gare contro Chievo, Inter e Pescara non è stato facile per noi".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza