cerca CERCA
Lunedì 25 Ottobre 2021
Aggiornato: 03:42
Temi caldi

Ira De Luca: "Mondragone descritta con immagini di guerra"

03 luglio 2020 | 16.15
LETTURA: 2 minuti

Il governatore denuncia la diversità di comunicazione usata per riportare analoghe situazioni in Piemonte e Campania

alternate text
(Fotogramma)

"Mi è capitato di ascoltare ieri notizie relative a una cittadina del Piemonte, credo Saluzzo, dove hanno scoperto che ci sono degli stagionali di altri Paesi d'Europa o extracomunitari che vanno a raccogliere la frutta. Ho visto delle immagini paradisiache, mi è parso di sentire che molti di questi stagionali dormissero nei giardini, nei parchi pubblici, ma la descrizione che è arrivata di quella realtà era simile alla descrizione di un picnic fatto sui prati fioriti, non le immagini di guerra che arrivavano da Mondragone, ma gente che dormiva tranquillamente nei parchi pubblici". Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca. non ci sta e denuncia una disparità di narrazione tra problemi de Sud e del Nord nel corso di una diretta Facebook.

"Mi è parso di rilevare - ha aggiunto De Luca - una qualche diversità nel modo di presentare un problema in larga misura sovrapponibile, quasi identico. Ma, come sapete, la Campania appartiene alla categoria degli afflitti, non dei fortunati. Mi è parso di capire che in quella cittadina si facessero i controlli della temperatura corporea e poi credo i test sierologici. Non ho sentito i tamponi, ma anche se fossero stati fatti, i tamponi vanno fatti a prescindere della temperatura perché oggi il 90% positivi sono asintomatici. Noi i tamponi li abbiamo fatti".

Quindi rivendica De Luca, "nelle palazzine ex Cirio abbiamo istituito la zona rossa entro 24 ore, non abbiamo avuto dispute sulle competenze. Abbiamo affrontato il focolaio di Mondragone con il rigore e la tempestività di sempre. abbiamo fatto i tamponi a tutti gli abitanti nelle palazzine ex Cirio di Mondragone, sia italiani, sia bulgari e di varia nazionalità. Abbiamo individuato, oltre i primi 43 tamponi, altri contagiati in un'impresa agricola presso la quale lavoravano alcuni residenti". La mini zona rossa, ha ricordato De Luca, è stata "prolungata di una settimana per arrivare ai 14-15 giorni necessari per attendere l'eventuale incubazione del virus. Poi rifaremo i tamponi a tutti e ci auguriamo di non trovare altri positivi. Se dovessero esserci, saranno ricoverati in strutture Covid ma libereremo le palazzine in condizioni di sicurezza".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza