cerca CERCA
Martedì 07 Febbraio 2023
Aggiornato: 18:18
Temi caldi

Iran: appello nazionale italiana pallavolo, si' a donne negli stadi

19 giugno 2014 | 17.37
LETTURA: 2 minuti

alternate text

(Aki) - I giocatori della nazionale italiana di pallavolo, il loro allenatore e anche il presidente del Coni Giovanni Malago' hanno rivolto un appello affinche' le donne iraniane possano accedere ai palazzetti dello sport e assistere alle partite dei loro beniamini. L'appello arriva in vista delle due partite che la nostra nazionale giochera' a Teheran a partire da domani. La scorsa settimana, le iraniane che si sono presentate al palazzetto dello sport di Teheran per assistere alla partita Iran-Brasile valida per la qualificazione ai campionati mondiali, si sono viste rifiutare l'ingresso.

La misura e' stata adottata nonostante la Federazione internazionale di pallavolo avesse ottenuto dalla Federazione iraniana la promessa che l'accesso agli spalti sarebbe stato garantito a tutti. Diverso il trattamento riservato alle tifose brasiliane, alle quali e' stato invece permesso l'ingresso. Secondo il comitato Neda Day di Pordenone, che si batte per i diritti umani in Iran, alla contestazione pacifica delle donne iraniane e' stato risposto che le brasiliane potevano entrare in quanto dotate di passaporto, mentre le iraniane dovevano restare in casa a pregare per il buon esito della partita.

In un video pubblicato sul Web, l'allenatore della nazionale italiana, Mauro Berruto, e i giocatori della sua squadra esprimono la loro solidarita' per le tifose iraniane. "L'Iran ha una bellissima squadra - dice nel video Malago' - ma e' fondamentale che anche le donne possano venire a tifare". Il comitato Neda Day ha rivolto un appello alla nazionale italiana, chiedendo che, nelle partite a Teheran, i suoi giocatori scendano in campo con la scritta sul braccio "Donna = Uomo".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza