cerca CERCA
Lunedì 18 Ottobre 2021
Aggiornato: 23:12
Temi caldi

Iran, incendio in sito nucleare Natanz: attività "rallentata"

06 luglio 2020 | 11.11
LETTURA: 1 minuti

La struttura non operava a pieno regime per le restrizioni imposte dall'accordo internazionale del 2015 sul nucleare iraniano

alternate text
Immagine di repertorio (Iberpress)

L'Iran rende noto che l' "incidente" avvenuto nei giorni scorsi nel sito nucleare di Natanz "potrebbe rallentare lo sviluppo e la produzione di centrifughe avanzate nel medio termine". E' questo almeno quanto ha dichiarato il portavoce dell'Organizzazione per l'Energia Atomica dell'Iran, Behrouz Kamalvandi, in dichiarazioni riportate stamani dall'agenzia Tasnim. "Rimedieremo a questo rallentamento, se Dio vorrà, con un lavoro continuo ", ha aggiunto, confermando che al posto del "complesso" danneggiato ne verrà costruito uno nuovo e più moderno.

L' "incidente", ha affermato citato anche dall'agenzia ufficiale Irna, non ha provocato vittime, ma "significative" perdite finanziarie. L'incendio, ha proseguito il portavoce, ha danneggiato "vari strumenti di precisione e misurazione". Secondo Kamalvandi i lavori nella struttura, inaugurata nel giugno di due anni fa, erano iniziati nel 2013 e il centro - ha detto - non operava a pieno regime per le restrizioni imposte dall'accordo internazionale del 2015 sul nucleare iraniano, da cui gli Stati Uniti si sono ritirati nel maggio di due anni fa. Da allora l'Iran, che ha sempre rivendicato gli "scopi pacifici" del suo programma nucleare, ha iniziato a ridurre progressivamente i suoi impegni rispetto all'intesa.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza