cerca CERCA
Lunedì 04 Luglio 2022
Aggiornato: 17:04
Temi caldi

Iran: propaganda antigovernativa su Facebook, condannate 8 persone

30 maggio 2014 | 13.30
LETTURA: 2 minuti

alternate text

(Aki) - Un tribunale iraniano ha condannato otto persone a pene che variano dai sette ai 20 anni di carcere per aver fatto propaganda antigovernativa su Facebook. Lo ha riferito il sito di opposizione Kaleme, precisando che i condannati sono stati riconosciuti colpevoli di aver "insultato la Guida Suprema (Ali Khamenei, ndr) e le autorita', oltre ad aver svolto attivita' antigovernative e diffuso false notizie". Complessivamente il tribunale ha comminato pene per 123 anni di carcere.

Secondo Kaleme, tra le persone condannate figura anche una cittadina britannica di origine iraniana, Roya Saberinejad Nobakht, arrestata a Shiraz lo scorso autunno per commenti postati sulla sua pagina Facebook. Alla donna e' stata comminata una pena di 20 anni di prigione.

Dal 2009, ovvero dalle proteste organizzate dall'Onda Verde contro la rielezione dell'allora presidente, Mahmoud Ahmadinejad, in Iran e' bloccato l'accesso sia a Facebook che a Twitter. I due social network, infatti, nelle prime fasi della contestazione si rivelarono validi strumenti per l'opposizione, che li utilizzava per comunicare notizie all'estero e per organizzare le manifestazioni antigovernative. Da allora Facebook e Twitter sono accessibili solo attraverso particolari software in grado di aggirare i filtri.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza