cerca CERCA
Lunedì 24 Gennaio 2022
Aggiornato: 03:54
Temi caldi

Iraq: al-Hashimi, con Isil a Mosul gruppi anti-Usa ed ex ufficiali Saddam

19 giugno 2014 | 09.35
LETTURA: 2 minuti

alternate text

(Aki) - Lo Stato islamico dell'Iraq e del Levante (Isil) ha conquistato Mosul grazie al contributo di "tribu', ex ufficiali dell'esercito e gruppi armati che hanno combattuto contro gli Usa". Lo ha affermato l'ex vice presidente iracheno, Tareq al-Hashimi, fuggito dal suo paese nel 2012, in seguito a un mandato d'arresto e alla successiva condanna a morte per alcuni omicidi e per un presunto sostegno ai gruppi militanti sunniti.

Secondo Hashimi, la causa principale dell'avanzata dei jihadisti nel nord dell'Iraq e' la linea politica seguita dal governo del premier sciita Nuri al-Maliki, basata sull'"ingiustiza, la marginalizzazione e l'oppressione" dei sunniti. Questa comunita' "ha perso la speranza che le cose possano cambiare o che le sia assicurato un trattamento analogo a quello riservato ai curdi e agli sciiti", ha precisato il vice presidente in un'intervista a Hurriyet.

Anche la comunita' internazionale - ha precisato Hashimi - ha le sue responsabilita' nella crisi irachena perche' "ha chiuso un occhio davanti alla loro tragedia (dei sunniti, ndr) e non ha fatto nulla eccetto che guardare per cinque mesi l'aggressione del primo ministro Maliki contro la provincia di Anbar", nell'ovest del paese. "Giorni difficili" attendono gli iracheni, ha concluso Hashimi: "Maliki e' un uomo per le crisi, la popolazione non si aspetti che disinneschi la bomba con saggezza".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza