cerca CERCA
Martedì 21 Settembre 2021
Aggiornato: 08:11
Temi caldi

Iraq: Consiglio vaticano interreligioso, da Is pratiche indegne dell'uomo

12 agosto 2014 | 15.37
LETTURA: 2 minuti

"Nessuna causa può giustificare tale barbarie e certamente non una religione: si tratta di una gravissima offesa all'umanità e a Dio, come ha spesso detto Papa Francesco". E' quanto sottolinea il Pontificio Consiglio per il Dialogo interreligioso a proposito delle azioni contro i cristiani compiute in Iraq dai fondamentalisti islamici dell'Is.

"Il mondo intero ha assistito stupefatto a quella che è ormai chiamata 'restaurazione del Califfato' che - ricorda il Consiglio vaticano - era stato abolito il 29 ottobre 1923 da Kamal Ataturk, fondatore della Turchia moderna. La contestazione di questa restaurazione da parte della maggioranza delle istituzioni religiose e politiche musulmane non ha impedito agli jihadisti dello 'Stato Islamico' di commettere e di continuare a commettere atti criminali indicibili".

Il Pontificio Consiglio, assieme a "tutti coloro che sono impegnati nel dialogo interreligioso, i seguaci di tutte le religioni, gli uomini e le donne di buona volontà", denuncia e condanna "senza ambiguità queste pratiche indegne dell'uomo". (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza