cerca CERCA
Giovedì 02 Dicembre 2021
Aggiornato: 17:44
Temi caldi

Iraq: leader Isil, abile stratega militare alla conquista di Baghdad/Aki (3)

12 giugno 2014 | 14.00
LETTURA: 2 minuti

(Aki) - La svolta alla sua 'carriera' da jihadista e' dovuta al conflitto scoppiato in Siria nei primi mesi del 2011. La guerra civile, che ha provocato un vuoto di potere in diverse aree del paese, ha dato una spinta decisiva al reclutamento dell'Isil. In pochi anni 12mila estremisti islamici - 3mila dei quali occidentali - hanno scelto di arruolarsi tra le fila del gruppo di al-Baghdadi, che appare in continua espansione.

Il capo dell'Isil sta infatti reclutando nuovi gruppi un tempo affiliati ad al-Qaeda, in particolare in Yemen e tra gli shabab somali. L'organizzazione di al-Zawahiri e' un concorrente, ma con poco appeal tra le frange radicali islamiche. "Se sei un ragazzo che cerca azione, oggi devi andare con al-Baghdadi", sottolinea Barrett.

Anche ora che si e' guadagnato il rispetto dei militanti islamici per le sue capacita' in battaglia, al-Baghdadi mantiene un profilo basso. Si dice che nessuno sappia dove sia. Secondo alcuni, quando incontra un prigioniero e' solito indossare una maschera per non farsi riconoscere. A giugno si e' staccato definitivamente dalla leadership di al-Qaeda, malgrado i tentativi di al-Zawahiri di riportarlo nei ranghi. "Ho scelto di farmi comandare da Dio e non da chi gli e' contro", ha il messaggio inviato da al-Baghdadi all'egiziano. Da quel momento il suo potere e' cresciuto a dismisura e c'e' gia' chi dice che presto potrebbe autodichiararsi emiro di un nuovo Stato islamico.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza