cerca CERCA
Martedì 19 Ottobre 2021
Aggiornato: 02:33
Temi caldi

Iraq: Maliki respinge rivendicazioni curde su Kirkuk

02 luglio 2014 | 14.30
LETTURA: 2 minuti

alternate text

(Aki) - Il primo ministro iracheno, Nuri al-Maliki, ha respinto l'ipotesi che Kirkuk, nell'Iraq settentrionale, possa restare sotto il controllo dei peshmerga curdi, che il 12 giugno sono entrati in citta' dopo il ritiro dell'esercito casuato dall'avanzata dei jihadisti dello Stato Islamico. "Nessuno ha il diritto di sfruttare gli eventi accaduti per imporre il fatto compiuto, come ha fatto la regione del Kurdistan", ha affermato Maliki durante il discorso che tiene ogni mercoledi' e che viene trasmesso dalle tv del paese.

Il primo ministro ha fatto implicito riferimento a quanto affermato lo scorso 27 giugno dal leader del Kurdistan iracheno, Masoud Barzani, il quale ha promesso che i curdi manterranno il controllo della citta' di Kirkuk e delle altre aree difese dall'avanzata dei miliziani sunniti dello 'Stato islamico dell'Iraq e del Levante' (Isil). ''In queste aree c'erano le forze irachene, poi si e' creato un vuoto di sicurezza'', dopo il ritiro in seguito all'avanzata dei jiahdisti, che ''i peshmerga hanno colmato'', ha affermato Barzani.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza