cerca CERCA
Sabato 02 Luglio 2022
Aggiornato: 15:40
Temi caldi

Iraq: Onu, centinaia le persone uccise durante avanzata Isil

13 giugno 2014 | 18.45
LETTURA: 2 minuti

alternate text

(Aki) - Sono centinaia le persone uccise durante l'avanzata dei miliziani dello Stato islamico dell'Iraq e del Levante (Isil) nel nord dell'Iraq. A denunciarlo è il portavoce dell'Alto commissariato per i diritti umani delle Nazioni Unite Rupert Colville, spiegando che tra le vittime si contano 17 civili giustiziati a Mosul per lavorare con la polizia e un funzionario del tribunale. Inoltre quattro donne si sono suicidate dopo essere state stuprate, 16 georgiani sono stati rapiti e i detenuti liberati dai jihadisti stanno ora cercando di vendicarsi con coloro che li hanno arrestati, ha aggiunto.

''Abbiamo anche informazioni che indicano che anche le forze del governo hanno comnesso eccessi, in particolare bombardando zone civili il 6 e l'8 giugno - ha affermato - Si stima che oltre 30 civili siano rimasti uccisi''.

''Non sappiamo il dato esatto delle vittime civili, ma informazioni che ci sono giunte dall'Unami, la missione dell'Onu in Iraq, ci suggeriscono che in questi giorni sono state uccise centinaia di persone e circa mille sono state ferite'', ha detto Colville.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza