cerca CERCA
Lunedì 26 Settembre 2022
Aggiornato: 15:27
Temi caldi

Iraq: rifiutò di concedere figlia 14enne a jihadisti, famiglia sterminata

17 novembre 2014 | 09.14
LETTURA: 1 minuti

alternate text

Una famiglia di cinque persone è stata giustiziata in Iraq per essersi rifiutata di aver dato in sposa una figlia adolescente a un jihadista dello Stato islamico (Is). Lo ha annunciato il ministero iracheno per i Diritti umani, il quale ha parlato in un comunicato di "crimine orrendo".

Sul suo sito, il ministero ha spiegato che i militanti dell'Is hanno ucciso un padre, una madre e i loro tre bambini e hanno rapito la figlia 14enne che si erano rifiutati di concedere in sposa a un jihadista.

La ragazza, che era stata scelta come moglie del "criminale Jamal Saddam, conosciuto come Abu Abdallah", è stata condotta in un luogo sconosciuto. La nota del ministero non spiega quando e dove è avvenuto il fatto.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza