cerca CERCA
Mercoledì 30 Novembre 2022
Aggiornato: 08:49
Temi caldi

Iraq: volontari pronti in Iran, ma da Teheran solo 'buoni consigli'

21 giugno 2014 | 13.07
LETTURA: 2 minuti

alternate text

(Aki/Washington Post) - Migliaia di iraniani si sono registrati online o in uffici religiosi in varie zone dell'Iran, patria dello sciismo, per unirsi alla battaglia in Iraq contro l'avanzata dei miliziani sunniti dello 'Stato islamico dell'Iraq e del Levante' (Isil), ma i volontari - molti dei quali di origini irachene - difficilmente saranno presto coinvolti nei combattimenti. Analisti e leader della comunita' irachena di Teheran sostengono che qualsiasi forma di sostegno dall'Iran sara' 'defilata', limitata alla pianificazione militare e alla strategia, come gia' avvenuto in passato in Iraq e, piu' di recente, in Siria in appoggio al presidente Bashar al-Assad.

Secondo notizie non confermate, i comandanti della brigata al-Quds, le forze speciali dei pasdaran iraniani, starebbero gia' fornendo assistenza alle forze irachene. ''La Repubblica Islamica puo' aiutarle nella gestione della crisi - ha detto Amir Mohebbian, analista a Tehran - Esportare la rivoluzione non significa mandare armi e soldati. Significa dare buoni consigli''.

A Teheran si respira un clima diverso. Ieri a Dolatabad, sobborgo della capitale roccaforte degli iracheni, i leader della comunita' hanno organizzato una manifestazione di solidarieta' ai connazionali impegnati nella battaglia contro l'Isil e per la protezione dei luoghi sacri sciiti a Kerbala e Najaf. All'iniziativa hanno partecipato centinaia di persone. ''Vogliamo mandare un messaggio al mondo: gli iracheni che vivono in Iran, nonostante siano pochi, hanno una voce forte e sono pronti a difendere la patria e i luoghi sacri'', ha affermato Majid Ghamas, rappresentante in Iran del Consiglio supremo islamico iracheno. Tra la folla circolavano copie di una domanda di inserimento in un database di potenziali volontari per la battaglia. (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza