cerca CERCA
Mercoledì 25 Maggio 2022
Aggiornato: 22:27
Temi caldi

Irlanda: oggi storico incontro tra Carlo e Gerry Adams

19 maggio 2015 | 13.44
LETTURA: 3 minuti

L'erede al Trono britannico e il leader dello Sinn Fein hanno compiuto un ulteriore passo verso la riconciliazione. E' la prima volta che accade nel territorio della repubblica irlandese

alternate text
La stretta di mano fra il principe Carlo e Gerry Adams. - (foto AFP)

Il principe Carlo e il presidente del Sinn Fein Gerry Adams si sono oggi stretti la mano ad un evento alla National University of Ireland a Galway, in un gesto storico dal forte valore simbolico di riconciliazione. Si è trattato di "un passo concreto e significativo nel processo di riconciliazione", ha detto Adams, secondo il quale "tutte le vittime, compreso chi ha perso dei cari a causa dell'Ira, merita giustizia" ed è "cruciale che il processo di riconciliazione sia rilanciato e rafforzato". "Spero - ha aggiunto- che governi e partiti sappiano approfittare di questa opportunità".

Carlo e Adams hanno avuto anche un incontro privato di 10 minuti, al quale hanno partecipato anche Martin McGuiness, ex comandante dell'Ira e figura chiave dello Sinn Fein,, e Dominick Chilcott, ambasciatore britannico in Irlanda. "Sua Altezza reale ha accettato l'incontro su richiesta del presidente del Sinn Fein", ha precisato Clarence House, l'ufficio di Carlo. E' la prima volta che un membro della famiglia reale incontra un dirigente del Sinn Fein sul suolo della Repubblica d'Irlanda.

Un altro incontro, altrettanto storico, c'era già stato a Belfast nel 2012, in occasione della visita di Elisabetta II in Irlanda del Nord, quando la regina incontrò McGuinness, nel suo ruolo di vice first minister dell'Irlanda del Nord.

(segue)

La stretta di mano con il leader dei nazionalisti cattolici nordirlandesi è avvenuto all'inizio della visita di quattro giorni nell'isola da parte di Carlo, che è accompagnato dalla moglie Camilla. Prima dell'incontro, il leader dello Sinn Fein aveva ricordato che l'erede al trono è anche il colonnello in capo del Reggimento Paracadutisti, reparto responsabile della morte di 13 civili, quando i soldati spararono nel 1972 sui manifestanti a Derry in Irlanda del Nord, in quello che viene ricordato come il "bloody sunday". Il primo ministro britannico David Cameron si è scusato per quei fatti nel 2010.

Ma, aveva aggiunto Adams, anche Carlo "ha sofferto dei lutti a causa delle azioni dei repubblicani". Il riferimento è all'attentato con il quale nel 1979 l'Ira uccise Lord Mountbatten, prozio e tutore di Carlo. Domani il figlio maggiore della regina Elisabetta si recherà a Mullaghmore, il villaggio nella contea di Sligo dove avvenne l'attentato.

Dopo il tour nella repubblica irlandese, giovedì la coppia reale attraverserà il confine a nord e visiterà fino a venerdì quella parte dell'isola rimasta sotto la sovranità britannica.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza