cerca CERCA
Martedì 15 Giugno 2021
Aggiornato: 11:00
Temi caldi

Islam: Ramadan, Riad espellera' stranieri che violano digiuno in pubblico

26 giugno 2014 | 17.41
LETTURA: 2 minuti

alternate text

(Aki) - Le autorita' saudite hanno minacciato di espellere dal regno del Golfo gli stranieri non musulmani sorpresi a mangiare, bere o fumare in pubblico durante il mese sacro di Ramadan, che inizia il prossimo fine settimana, probabilmente domenica. Con una nota diffusa dall'agenzia di stampa ufficiale Spa, il ministero dell'Interno di Riad ha invitato i credenti di altre fedi a "rispettare la sensibilita' dei musulmani astenendosi" dallo svolgere nei luoghi pubblici o nei posti di lavoro tutte quelle attivita' che sono vietate.

"Non saranno perdonati perche' non musulmani", si legge nel comunicato del ministero, che precisa quindi come "nei contratti di lavoro e' stabilito il rispetto dei riti islamici". "Chi commette infrazioni - prosegue - andra' incontro a una serie di misure, dall'annullamento del contratto all'espulsione" dal paese. In Arabia Saudita, dove si applica la sharia seconda la rigida interpretazione wahhabita, vivono nove milioni di stranieri, in gran parte originari da paesi asiatici.

Durante il Ramadan e' obbligatorio il digiuno dall'alba al tramonto per tutti i musulmani tranne che per alcune categorie. Secondo tutte le scuole giuridiche islamiche, il digiuno consiste anche nell'astensione da qualsiasi contatto sessuale e da ogni altro 'cattivo' pensiero o azione.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza