cerca CERCA
Venerdì 30 Luglio 2021
Aggiornato: 19:03
Temi caldi

Italia zona rossa e arancione, spostamenti e regole in auto

15 marzo 2021 | 12.44
LETTURA: 2 minuti

Le misure per chi è alla guida e per chi viene accompagnato

alternate text
(Fotogramma)

Italia zona rossa e arancione a partire da oggi, con l'eccezione della Sardegna zona bianca. Le nuove misure restrittive per il contenimento del contagio da Covid-19 prevedono che dal 15 marzo al 2 aprile 2021 e nella giornata del 6 aprile in tutte le zone gialle si applicano le disposizioni previste per le zone arancioni, in base al decreto del 13 marzo. Mentre nel periodo di Pasqua 2021, il 3, 4 e 5 aprile 2021, su tutto il territorio nazionale (tranne che nelle zone bianche), si applicheranno le restrizioni previste per le zone rosse.

Tra le diverse regole e limitazioni per gli spostamenti in zona rossa e arancione, alcune riguardano gli spostamenti in auto e le misure per chi viene accompagnato. A fare chiarezza le faq sul sito del governo.

Posso usare l’automobile con persone non conviventi?

Sì, purché siano rispettate le stesse misure di precauzione previste per il trasporto non di linea: ossia con la presenza del solo guidatore nella parte anteriore della vettura e di due passeggeri al massimo per ciascuna ulteriore fila di sedili posteriori, con obbligo per tutti i passeggeri di indossare la mascherina. L’obbligo di indossare la mascherina può essere derogato nella sola ipotesi in cui la vettura risulti dotata di un separatore fisico (plexiglas) fra la fila anteriore e posteriore della macchina, essendo in tale caso ammessa la presenza del solo guidatore nella fila anteriore e di un solo passeggero per la fila posteriore.

Devo effettuare uno spostamento giustificato dai motivi previsti dal decreto, ma non avendo la possibilità di disporre ovvero di condurre un mezzo privato, posso farmi accompagnare da qualcun altro?

Sì. Nel caso in cui non si disponga di un mezzo privato ovvero non si abbia la patente di guida o non si sia autosufficienti o si abbia un altro impedimento, è consentito farsi accompagnare da un famigliare (preferibilmente convivente) o una persona incaricata di tale trasporto da e verso la propria abitazione, anche tenuto conto dell’esigenza di limitare quanto più possibile l’utilizzo di mezzi pubblici e comunque nel rispetto di quanto previsto per l'utilizzo dei mezzi privati. Laddove l’accompagnatore e l’accompagnato non siano conviventi devono indossare entrambi un idoneo dispositivo di protezione individuale. Nel rispetto di tali condizioni, anche lo spostamento dell’accompagnatore è giustificato. Resta inteso che la giustificazione di tutti gli spostamenti ammessi, così come la condizione di convivenza tra gli occupanti il veicolo, in caso di eventuali controlli, possono essere fornite nelle forme e con le modalità dell’autodichiarazione e, ove l’agente operante ne faccia richiesta (la condizione di convivenza esime dal rispetto della distanza).

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza