cerca CERCA
Domenica 05 Dicembre 2021
Aggiornato: 21:00
Temi caldi

Khamenei: "Non riesco a respirare slogan tutti i Paesi oppressi da Usa"

03 giugno 2020 | 11.25
LETTURA: 1 minuti

La Guida Suprema iraniana commentando le proteste scoppiate negli Usa dopo la morte di George Floyd a Minneapolis.

alternate text
(Foto Xinhua)

Lo slogan "Non riesco a respirare" usato oggi dal popolo americano rappresenta anche "tutte quelle Nazioni oppresse vittime delle atrocità degli Stati Uniti". Lo ha dichiarato la Guida Suprema iraniana, l'ayatollah Ali Khamenei, commentando le proteste scoppiate negli Usa dopo la morte di George Floyd a Minneapolis.

"Quello che vediamo oggi nelle città americane è l'emergere di verità che finora sono state tenute nascoste", ha proseguito Khamenei in un discorso trasmesso in diretta tv in occasione del 31esimo anniversario della morte dell'ayatollah Ruhollah Khomeini.

"Il crimine commesso contro questo uomo di colore è la stessa cosa che il governo degli Stati Uniti ha fatto in Afghanistan, Iraq, Siria, Vietnam e in molti altri paesi del mondo. Quella che viene svelata oggi è la natura e l'indole del governo Usa", ha aggiunto.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza