cerca CERCA
Mercoledì 08 Febbraio 2023
Aggiornato: 16:52
Temi caldi

Recensione Games

Kirby e la terra perduta, la recensione

28 marzo 2022 | 07.10
LETTURA: 4 minuti

Una delle più amate mascotte Nintendo protagonista di una sorpresa inattesa

alternate text

Kirby è una delle star Nintendo più riconoscibili e amate, nonché vero e proprio prezzemolino sulle console della casa di Mario. Nel corso degli anni è stato protagonista di qualsiasi genere di videogioco, dai classici platform ai picchiaduro passando per i giochi di corse e gli sparatutto. In una primavera avara di grandi novità su Switch, siamo felici di constatare che Kirby e la terra perduta è una vera e propria avventura in grande stile della sfera rosa del pianeta Popstar, anzi di più: si tratta di uno dei migliori giochi in assoluto tra quelli che lo vedono protagonista. Il nuovo lavoro di Hal Laboratory è importante anche perché vede Kirby debuttare in un platform 3D che trasuda magia Nintendo da ogni pixel. In Kirby e la terra perduta c'è innegabilmente qualcosa di Super Mario, a cominciare da una trama che diversamente dal solito per questa serie porta il paffuto protagonista lontano dal suo pianeta in una dimensione parallela, dove i suoi amici Waddle Dee sono stati rapiti. Come in Super Mario Odyssey ci ritroveremo in un luogo che ricorda il mondo reale, con palazzi, centri commerciali, parchi di divertimenti popolati da nemici e nessun essere umano. Lo scopo di Kirby è muoversi sulla mappa e affrontare tutti i livelli alla ricerca dei Waddle Dee scomparsi, in una decina di ore di gioco che diventano anche 15 se si vuole completare il titolo al cento per cento e raccogliere tutti i collezionabili.

In Kirby e la terra perduta le meccaniche di gioco sono prettamente 3D, ma Hal è riuscita a non snaturare minimamente la natura da "aspiratutto" di Kirby, che continua a risucchiare i nemici per assorbire le loro abilità. Ce ne sono 12 in tutto, e tutte possono essere potenziate raccogliendo i progetti appositi in giro per il gioco, alcune anche per due livelli. Inoltre, il titolo introduce l'abilità "Boccomorfosi", che permette a Kirby di aspirare oggetti come automobili, distributori di lattine, scale e lampadine per apprenderne le capacità e utilizzarle a proprio vantaggio. Per esempio, il distributore spara le bibite contro i nemici, o l'auto scatta travolgendo gli antagonisti. Il tutto, accompagnato da un level design ricercato e da trovate a tratti geniali, rende il gioco molto vario e sempre divertente da giocare. Inoltre, seppure tridimensionale il mondo di gioco non presenta una visuale regolabile con lo stick analogico destro: le inquadrature cambiano a seconda del caso e questo permette non solo di rendere tutto più spettacolare secondo una regia sapientemente gestita, ma anche di non perdersi mai quando si puntano i nemici. A tutto ciò va aggiunta la possibilità di giocare in co-op per due giocatori, con il secondo che controlla un Waddle Dee alleato, e una serie di livelli bonus che servono a raccogliere le pietre per i potenziamenti: si tratta di stage dalla difficoltà crescente basati ognuno su un diverso potere di Kirby. Infine, in qualsiasi momento del gioco è possibile tornare alla città dei Waddle Dee, dove vengono proposte diverse attività e minigiochi e dove il nostro eroe può potenziarsi.

I titoli della serie non sono mai stati celebri per la loro difficoltà, e anche questo non fa eccezione: Kirby e la terra perduta non offre una sfida particolarmente ostica, ma la presenza della modalità Tempesta, una sorta di selezione "difficile" per il titolo, riuscirà a intrattenere con un sorriso anche i più esigenti, che per la prima volta potrebbero trovarsi a perdere un paio di vite in un gioco di Kirby. Inoltre, sebbene il titolo pecchi di una longevità tarata verso il basso, ogni stage offre degli obiettivi secondari e una serie di collezionabili che stuzzicheranno i completisti, senza contare che alla fine del gioco si aprirà una nuova dimensione di sfida per chi non lo volesse abbandonare. Oltre all'ottima giocabilità, Kirby e la terra perduta stupisce anche dal punto di vista visivo: mondi dettagliati e coloratissimi, variegati e mai banali, un ottimo utilizzo delle inquadrature e del blur, una caratterizzazione ispirata per nemici e boss di fine livello. Insomma, non avremmo mai creduto di trovare Kirby così in forma. Questa sua nuova avventura è senza dubbio imperdibile per qualsiasi amante dei platform, compresi (e soprattutto) quelli che credono che impersonare la mascotte di Hal Laboratory sia roba "da bambini".

Formato: Switch Editore: Nintendo Sviluppatore: Hal Laboratory Voto: 8/10

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza