cerca CERCA
Mercoledì 25 Maggio 2022
Aggiornato: 08:39
Temi caldi

Basket: Kobe Bryant sorpassa Jordan ed è terzo miglior marcatore storia Nba

15 dicembre 2014 | 11.02
LETTURA: 3 minuti

Il giocatore dei Los Angeles Lakers ha superato nella notte i 32.292 punti sorpassando un 'mostro sacro' come Michael Jordan. Il 36 anni campione dei Lakers ha tagliato il traguardo nel secondo quarto del match vinto dalla franchigia californiana 100-94 in casa dei Minnesota Timberwolves

alternate text
Kobe Bryant (Los Angeles Lakers ) - INFOPHOTO

Sale sul podio dei migliori marcatori di sempre della Nba Kobe Bryant, il giocatore dei Los Angeles Lakers ha infatti superato nella notte i 32.292 punti sorpassando un 'mostro sacro' come Michael Jordan e diventando il terzo miglior realizzatore nella storia del basket a stelle e strisce.

Bryant, 36 anni, ha tagliato il traguardo nel secondo quarto del match vinto dalla franchigia californiana 100-94 in casa dei Minnesota Timberwolves. Meglio di Bryant nella storia Nba solo Kareem Abdul-Jabbar, 38.387 punti, e Karl Malone, 36.928.

"Sono felice per il traguardo raggiunto da Kobe -commenta con una nota Jordan oggi proprietario dei Charlotte Hornets-. E' un grande giocatore e questo è frutto dell'etica del lavoro e di una grande passione per il basket. Mi sono divertito a guardare il suo gioco evolversi nel corso degli anni, e siamo ansiosi di vedere cos'altro farà".

Al termine dell'incontro, coronato da 26 punti a referto, Bryant non nasconde la soddisfazione: "E' un grande onore conseguenza di un lungo viaggio per arrivarci. Ho imparato molto da Jordan e devo in parte a lui questo riconoscimento, mi ha spesso dato preziosi consigli".

Messo a canestro il nono punto della partita, che è valso ai Lakers il vantaggio 38-32 sui Timberwolves, Bryant è stato felicitato da tutti i compagni di squadra e dal pubblico di Minneapolis. Per il giocatore dei Lakers si tratta della 19esima stagione in Nba con Los Angeles, per lui 5 titoli, uno meno di Jordan. Il traguardo dei 32.292 punti è arrivato dopo 1269 partite, a Jordan ne servirono 1039. Per il mito dei Chicago Bulls 15 stagioni in Nba.

"Come non vedremo mai più un Michael Jordan, così non avremo più un Kobe Bryant", ha commentato su twitter Magic Johnson. LeBron James ha invece salutato Bryant con l'hashtag 'leggenda vivente'.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza