cerca CERCA
Domenica 05 Febbraio 2023
Aggiornato: 23:55
Temi caldi

Fintech

KPMG: il Fintech sfiora i 100 miliardi di dollari di investimenti in soli sei mesi

18 agosto 2021 | 08.28
LETTURA: 3 minuti

Il report KPMG Pulse of Fintech registra per la prima metà del 2021 un consolidamento in tutti i settori della tecnofinanza. I 6 trend 2021.

alternate text
- KPMG

Gli investimenti fintech a livello globale hanno raggiunto i 98 miliardi di dollari con 2.456 accordi nel primo semestre 2021, avvicinando il totale annuale dello scorso anno di 121,5 miliardi di dollari in 3.520 accordi. Il report KPMG Pulse of FinTech definisce come le operazioni di fusione e acquisizione siano proseguite a un ritmo pari a 40,7 miliardi di dollari in 353 operazioni nel primo semestre 21, rispetto ai 74 miliardi di dollari in 502 operazioni durante tutto il 2020. Le valutazioni di venture in fase avanzata sono più che raddoppiate di anno in anno, passando da 135 milioni nel 2020 a 325 milioni alla fine del primo semestre del 21. La partecipazione aziendale agli investimenti VC nel fintech è stata incredibilmente forte nel primo semestre 21, con 20,8 miliardi di dollari di investimenti a livello globale. Sia le Americhe (13 miliardi di dollari) che l'EMEA (5 miliardi di dollari) hanno registrato livelli record di investimenti. Gli investimenti globali nella sicurezza informatica hanno raggiunto un nuovo record annuale a metà anno, passando da 2,2 miliardi di dollari nel 2020 a oltre 3,7 miliardi di dollari nel primo semestre 2021.

“Durante la prima metà del 2021, abbiamo visto crescere l'interesse per il fintech a un livello febbrile nella maggior parte delle regioni del mondo. Mentre ci dirigiamo verso la secondo metà dell'anno, questo straordinario slancio dovrebbe continuare. Ecco le migliori previsioni di KPMG per il fintech in 2021”.

1. Le criptovalute saranno al centro dell'attenzione degli investitori. L''esplosione delle attività nella blockchain e nelle criptovalute proseguiranno estendendosi a tutto l'ecosistema cripto: dalle criptovalute e dal trading su piattaforma agli NFT, al trading di asset alternativi.

2. L'attività di fusioni e acquisizioni continuerà a crescere mano a mano che le aziende cercheranno di espandere le proprie capacità e la propria offerta e le fintech saranno pronte a scalare con grosse operazioni ogni settore in crescita.

3. Le SPAC, acronimo di Special Purpose Acquisition Company, ovvero quelle società che vengono costituite con la finalità di consentire un investimento collettivo e poi essere incorporate, tramite una fusione, con una società già esistente, avranno sempre più peso. In particolare, la fusione SPAC da 40 miliardi di dollari di Grab va avanti e probabilmente vedremo anche una proliferazione di SPAC statunitensi che guardano al mercato EMEA e dell'Asia-Pacifico.

4. La sicurezza informatica probabilmente acquisirà un'importanza ancora maggiore dato l'aumento delle transazioni digitali e il conseguente aumento di attacchi informatici e ransomware. La sicurezza informatica è un'area di interesse per investitori, in particolare per le imprese, anche per quello che riguarda la sicurezza senza password.

5. I servizi B2B attireranno l'attenzione di tutti i settori fintech, soprattutto in aree come insurtech, wealthtech e regtech.

6. I modelli di partnership saranno un mezzo fondamentale per le aziende che cercano di ampliare la propria offerta di servizi. Probabilmente vedremo delle partnership emergenti in tutto il settore fintech, da wealthtech a insurtech, attraverso il coinvolgimento delle aziende e delle grandi piattaforme finanziarie.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza