cerca CERCA
Venerdì 22 Ottobre 2021
Aggiornato: 03:48
Temi caldi

L. elettorale: De Mita (Udc), e' inadeguata, ora Senato la cambi

12 marzo 2014 | 12.31
LETTURA: 2 minuti

"O si interviene al Senato per introdurre una formula che risolva le questioni ancora aperte o non ci sarà nessun patto in grado di dare una risposta credibile e duratura ai problemi del Paese". Lo dichiara Giuseppe De Mita, deputato dell'Udc vicepresidente vicario del gruppo ''Per l'Italia'' alla Camera.

"Quando Moro -continua- percepì la crisi del sistema politico istituzionale alla fine degli anni '70, teorizzò e cercò di lavorare perché la Dc andasse all'opposizione, ritenendo che il recupero del rapporto di rappresentanza, e non la gestione del potere, fosse l'unico punto di ripresa possibile del rapporto tra politica ed aspettative della pubblica opinione . Oggi, dinanzi alla stessa crisi, aggravata e non risolta, si ipotizza una formula elettorale che cancella la rappresentanza e crea un artificio finalizzato solo a garantire la gestione del potere".

"E' in questa differenza, radicale e profonda, che risiedono tutti i limiti della riforma votata -conclude De Mita- Piuttosto che affrontare la crisi della rappresentanza, si immagina di cancellarla con un espediente. La nostra preoccupazione è che la storia è implacabile e i problemi non risolti riemergeranno nel tempo in maniera ancora più violenta".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza