cerca CERCA
Domenica 05 Dicembre 2021
Aggiornato: 16:09
Temi caldi

Cloud

La Banca d'Inghilterra avverte sui rischi del cloud per la stabilità finanziaria

14 luglio 2021 | 08.09
LETTURA: 2 minuti

Nel suo rapporto semestrale sulla stabilità finanziaria, la banca centrale ha individuato rischi dalla natura opaca dei principali fornitori di servizi cloud come Google, Amazon e Microsoft.

alternate text
- da Bankofengland.co.uk

La Banca d'Inghilterra considera la possibilità di avviare ulteriori misure politiche per mitigare i rischi nei confronti della stabilità finanziaria nazionale derivanti dalla crescente concentrazione di potere nelle mani dei fornitori di cloud a livello globale. Pur senza fare nomi specifici, il report semestrale si riferisce direttamente a operatori come Google, Amazon e Microsoft: “Sebbene sia stata recentemente rafforzata la regolamentazione della resilienza operativa delle imprese nella gestione del rischio di terze parti, la crescente dipendenza da un piccolo numero di operatori potrebbe aumentare i rischi per la stabilità finanziaria senza una maggiore supervisione normativa sui servizi che forniscono”.

Con sempre più banche che trasferiscono infrastrutture e servizi critici sul cloud, la banca centrale teme che le Big Tech possano avere un'influenza indebita sulla futura stabilità del sistema finanziario proprio attraverso i servizi cloud che offrono. In una conferenza stampa, il governatore della BofE Andrew Bailey ha dichiarato: “Quel potere concentrato può manifestarsi sotto forma di segretezza, opacità, non fornendo ai clienti il tipo di informazioni di cui hanno bisogno per tenere sotto controllo il rischio del servizio”.

Un interesse particolarmente acceso la Banca centrale lo riserva senz'altro alla sicurezza dei sistemi cloud. Spiega Bailey: “Come regolatori, come persone interessate alla stabilità finanziaria, dobbiamo avere maggiori garanzie sul fatto che stiano raggiungendo i livelli di resilienza di cui abbiamo bisogno”. Nello stesso discorso, Bailey ha annunciato che la Banca d'Inghilterra ha rimosso le restrizioni imposte durante la pandemia sui dividendi dei principali istituti di credito con effetto immediato. La rapida applicazione del programma di vaccinazione del Regno Unito ha condotto a un miglioramento delle prospettive economiche negli ultimi mesi. “Ma i rischi per la ripresa rimangono. È probabile che le famiglie e le imprese abbiano bisogno di un sostegno continuo dal sistema finanziario mentre l'economia si riprende e le misure di sostegno del governo vengono allentate nei prossimi mesi”.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza