cerca CERCA
Venerdì 27 Gennaio 2023
Aggiornato: 09:11
Temi caldi

La Clinton scende in campo: "Voglio essere il campione degli americani"

13 aprile 2015 | 08.32
LETTURA: 4 minuti

Nella notte il tweet: "I'm running for president. Everyday Americans need a champion, and I want to be that champion". Da Hillary a Ted Cruz, è iniziata la corsa per la Casa Bianca/ Foto Ad un anno e mezzo dalle prossime elezioni presidenziali, che si terranno l'8 novembre del 2016, iniziano a circolare i nomi dei candidati e dei possibili aspiranti alle primarie. (Fotogallery). Obama: "Hillary sarebbe un presidente eccellente". 'Stop Hillary', repubblicani all'attacco contro la candidatura Clinton

alternate text

Hillary Clinton ha annunciato formalmente la sua corsa per la Casa Bianca. In un tweet pubblicato alle 12.27 del 12 aprile (nella notte italiana), l'ex first Lady ha scritto: "I'm running for president. Everyday Americans need a champion, and I want to be that champion" ("Ogni giorno gli americani vogliono un campione, e io voglio essere quel campione").

Poi il lancio del video che annuncia la corsa alla successione di Obama:

Il video con l'annuncio: mi candido a presidente degli Stati Uniti

Subito dopo aver annunciato ufficialmente la sua nuova candidatura alla Casa Bianca, Hillary si è dimessa dalla Clinton Foundation. In una mail inviata a tutti i dipendenti dalla fondazione, l'ex segretario di Stato ha spiegato di aver preso la decisione di "dare le dimissioni dal consiglio di amministrazione della Foundation per dedicarmi in questa nuova, impegnativa impresa". Nella mail, una cui copia è stata ottenuta da Politico, la Clinton afferma di essere sicura di lasciare la Foundation in "ottime mani", cioè quella di Chelsea e Bill "che porteranno avanti l'impegno della famiglia nell'aiutare le persone".

Clinton era entrata nel board della Foundation, che ha un giro di donazioni e aiuti da 2 miliardi di dollari, dopo aver lasciato il dipartimento di Stato nel febbraio del 2013, mentre la figlia diventava vice presidente. La mossa di lasciare l'incarico alla Fondazione è dovuta anche al fatto che nei mesi scorsi vi sono state molte rivelazioni da parte della stampa americana riguardo alle che a Foundation accettò milioni di dollari da ben sette governi stranieri mentre l'ex first lady ricopriva l'incarico di segretario di Stato, dal 2009 al 2013. Donazioni che sarebbero arrivate in violazione dell'impegno a limitare le donazioni da parte di governi stranieri una volta diventata Clinton segretario di Stato.

Fondata da Bill Clinton a Little Rock con nove collaboratori, la Foundation è diventata una delle più potenti Ong del mondo con 2200 dipendenti in tutto il mondo impegnati in una serie di campagne, a partire da quella della lotta all'Aids.

Commento di Matteo Salvini - Hillary Clinton? "Mmmmh, passiamo dalla padella alla brace, anche se peggio di Obama penso sia difficile fare. Comunque, è bene che le nonne facciano le nonne, è giusto godersi i nipotini". Così intanto Matteo Salvini, ai microfoni di Radio Padania, commentando la discesa in campo dell'ex segretario di Stato e first lady alle primarie democratiche per le presidenziali del 2016. "Vabbé noi del resto abbiamo Renzi, non è nonno ma di danni ne fa parecchi", aggiunge il leader del Carroccio.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza