cerca CERCA
Domenica 17 Ottobre 2021
Aggiornato: 21:01
Temi caldi

La denuncia: "Blatte, topi e scorpioni al San Camillo di Roma"

22 novembre 2016 | 18.26
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Adnkronos /Cristiano Camera)

Dopo la mancanza di posti letto e di personale, un'invasione di blatte topi e pure scorpioni nelle ore notturne. Questa la situazione attuale dell'ospedale San Camillo di Roma, in via Gianicolense, denunciata da Michel Emi Maritato, Presidente di AssoTutela: "Lo scorpione di una razza non velenosa per l'uomo, più famoso come scorpione delle caverne, si è materializzato alle prime ore del mattino in prossimità dei locali sotterranei".

"La situazione della sanità laziale non è un mistero per nessuno. Oltre alla mancanza di posti letto, - spiega il presidente - agli accorpamenti previsti per la mancanza di personale e all'incuria, ci mancavano gli scorpioni".

"Saremo costretti con un gruppo di volontari a ripulire il nosocomio, oggi diventato bersaglio dei politici per comunicati stampa, ma oggetto di nessuno per migliorare la situazione - conclude Maritato - confidiamo nella risposta del nuovo DG che contribuirà a sostenere questa ripulitura, viste le importanti pericolosità di contaminazione che possono eventualmente derivare da blatte, topi e blatte di Roma".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza