cerca CERCA
Domenica 11 Aprile 2021
Aggiornato: 00:02
Temi caldi

Bufera Tavecchio, Albertini: "Ci ha messo in difficoltà". Lui non cede: "Vado avanti"

28 luglio 2014 | 12.50
LETTURA: 6 minuti

Lettera Fifa alla Federcalcio per chiedere indagini. Zamparini: "Attacchi vergognosi". Il camerunense Minala: "Gli sono grato, polemiche pretestuose". Pochi giorni fa la frase offensiva: "Tra i calciatori extracomunitari c'è anche chi mangiava banane". Lui si difende: "Non sono razzista". Delrio: "Sconcerto e irritazione"

alternate text
(INFOPHOTO)

La bufera innescata dalla frase razzista pronunciata dal candidato alla presidenza della Figc, Carlo Tavecchio, non si placa. Interviene anche la Fifa e lui tira dritto forte del "sostegno" dei "componenti che sostengono la mia candidatura" alla Federcalcio.

Dopo aver prestato "molta attenzione" alle "posizioni espresse dai media in merito alle parole da me impropriamente usate, senza alcun intendimento offensivo, in occasione dell'assemblea di venerdì scorso - si legge in una dichiarazione - ne ho tratto molti insegnamenti che ho voluto condividere con i rappresentanti delle componenti che sostengono la mia candidatura a presidente della Figc, ricevendo dagli stessi piena conferma del loro sostegno". Un fatto che "mi conforta e mi induce a ribadire l'impegno per la piena attuazione del mio programma in caso di mia elezione alla presidenza federale".

E in serata, alla presentazione dei calendari del campionato di serie A, ha aggiunto: "Mi sono ritrovato più importante di Sua Santità, della guerra in Palestina e del Tour de France e non ero abituato a tutto questo. Ho fatto un'uscita infelice, ho sbagliato e ho chiesto scusa dieci volte".

"Poche persone hanno fatto quello che ho fatto io per il terzo mondo - ha detto - sono stato in Africa a fare squadre e campi di calcio. Diecimila persone extracomunitarie giocano nel campionato dilettantistico, questo è un fatto".

Il 'rivale' Albertini - Per Demetrio Albertini, candidato alla presidenza della Figc, "la frase di Tavecchio si commenta da sé, ci ha messo un po' in difficoltà a livello internazionale. Dispiace a tutti, ma credo assolutamente che dobbiamo essere meno intolleranti noi. Se vogliamo crescere e parlare ai nostri ragazzi dentro e fuori dal campo dobbiamo dare noi il buon esempio".

Sulla lettera della Fifa alla Figc, "mi dispiace molto - ha evidenziato Albertini - ma conosciamo tutti le regole e la tolleranza zero verso alcuni tipi di comportamento".

L'intervento della Fifa - La Fédération Internationale de Football Association ha infatti scritto alla Federcalcio chiedendo di "prendere le opportune iniziative per indagare e decidere" sui "presunti commenti razzisti da parte di uno dei candidati alla presidenza della federazione italiana". Tavecchio, durante un'assemblea della Lega dilettanti, ha dichiarato che tra i calciatori extracomunitari c'è anche chi nel Paese d'origine "mangiava banane".

Task Force Fifa in allerta - "Le notizie di stampa sui presunti commenti razzisti da parte di uno dei candidati alla presidenza della Federazione italiana hanno allertato la Task Force Fifa contro il razzismo e la discriminazione" e la Federazione ha scritto una lettera per chiedere di "prendere le misure appropriate".

Maurizio Beretta - Per il presidente della Lega Calcio, Maurizio Beretta, "bisogna stare molto attenti alle parole, che hanno una grande importanza. Ma nella vita degli uomini sono i fatti ad essere più importanti. Tavecchio nella sua vita con i fatti e nel suo programma ha dimostrato tutta il suo impegno verso valori importanti come la solidarietà e l'integrazione".

Maurizio Zamparini - L'intervento della Fifa provoca la reazione dura di Maurizio Zamparini, presidente del Palermo, per il quale si tratta di "attacchi vergognosi, la Fifa andrebbe sciolta". L'attacco a Tavecchio, commenta all'Adnkronos, "per una frase stupida è demagogia pura, una strumentalizzazione all'italiana. Ma quale razzista? Io lo conosco da trent'anni e non lo è affatto".

Zamparini non risparmia una stoccata alla Federazione internazionale: "E' una vergogna, è un organismo che andrebbe sciolto. Bisognerebbe indagare sulla Fifa, altro che Tavecchio...".

Joseph Minala - Molto pacata la posizione di Joseph Minala, giocatore camerunense che si è messo in luce con la Primavera della Lazio: "Francamente non ho alcun motivo di sentirmi offeso dalle parole di Tavecchio, che ritengo usate contro di lui per chissà quali fini". E aggiunge: "So cosa significa venire dall'Africa con la speranza di diventare un grande calciatore, essere abbandonato a una stazione da un procuratore senza scrupoli con tante false promesse. Quando per mia fortuna mi trasferirono alla 'Città dei Ragazzi', fu proprio Tavecchio a inserirmi nel circuito calcistico dandomi modo di testare le mie capacità con i dilettanti".

Juventus - "Una battuta infelice, una dichiarazione inopportuna che ha spaccato il fronte". Giuseppe Marotta, amministratore delegato della Juventus, si esprime così sulla bufera che ha investito il presidente della Lega Nazionale Dilettanti.

Milan - "Le parole di Tavecchio sono battute infelici, ma lì finiscono. Ora viene dipinto come un razzista, ma certamente non lo è. La posizione del Milan non cambia? Assolutamente no". Così Adriano Galliani, amministratore delegato del Milan, che prosegue: "I rapporti personali con Albertini sono buonissimi" dice riferendosi a Demetrio Albertini, l'altro candidato alla presidenza federale.

La Sampdoria - Per il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero, invece, "così non si può continuare. La Lega di Serie A non può far finta di nulla: i presidenti devono rivedersi al più presto e rivalutare la posizione, altrimenti rischiamo il commissariamento della Figc".

Il Cesena - Il presidente del Cesena, Giorgio Lugaresi, ha "dovuto leggere almeno quattro volte le dichiarazioni del presidente Tavecchio per la paura di aver preso un abbaglio e di aver capito 'fischi per fiaschi'. La mia reazione - ha detto - è stata di profonda amarezza e di grande fastidio".

Il Sassuolo - Il presidente del Sassuolo, Carlo Rossi, all'Adnkronos sottolinea che anche se "sinceramente non ci è piaciuta questa dichiarazione che reputo grave", Tavecchio "l'ha prontamente rettificata". Così "abbiamo dato l'appoggio nell'ultima Assemblea".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza