cerca CERCA
Lunedì 15 Agosto 2022
Aggiornato:
Temi caldi

Comunicato stampa

La Filottica: attenzione alla luce blu di smartphone e pc! Servono lenti adeguate e certificate

10 novembre 2021 | 16.17
LETTURA: 2 minuti

alternate text
La-Filottica

Lo storico negozio di Roma mette in guardia contro i possibili danni alla vista dovuti ad un’eccessiva esposizione alla luce blu. E propone accurate visite optometriche per valutare le singole situazioni

Roma, 10 novembre 2021- Lunghi periodi passati in smartworking o a seguire lezioni in Dad: ormai l’uso di pc, tablet, smartphone ha assunto un ruolo sempre più importante nella nostra quotidianità, con conseguenze a diversi livelli, anche per quanto riguarda i danni alla vista. In particolare, da temere maggiormente sono gli effetti della luce blu, ossia le radiazioni elettromagnetiche emesse artificialmente dai vari dispositivi tecnologici che secondo diversi studi, oltre a poter procurare possibili danni alla retina, inibiscono la produzione di melatonina. “La melatonina – spiega Gabriele Guida, optometrista e titolare, insieme al padre Stefano, del centro Filottica a Roma – regola il ciclo sonno-veglia quindi, se ci si espone alla luce blu nelle ore serali o notturne, ne risente sicuramente la qualità del sonno provocando poi stanchezza, ansia e irritazione. Inoltre, guardare lo schermo del computer o cellulare da vicino e leggere caratteri molto piccoli può causare un eccessivo sforzo accomodativo. Con il tempo l’affaticamento continuo può facilitare la manifestazione di miopia, soprattutto nei bambini”.

Quali sono, allora, gli occhiali e le lenti più adatti per contrastare queste problematiche? Per quanto riguarda le lenti, grazie anche ai numerosi progressi e ricerche nel settore, esistono diverse soluzioni. A partire da quelle con speciali trattamenti per la luce blu, che contengono un filtro che permette di mitigare l’azione della luce blu sugli occhi di chi li indossa, alle lenti multifocali e alle lenti digital sviluppate in particolare per persone di età compresa tra 30 e 45 anni con una visione ancora buona da vicino e a distanze intermedie, ma che notano già i primi segni di affaticamento visivo dovuti all’uso frequente di dispositivi digitali.

“Il primo passo da compiere, però – puntualizza Gabriele Guida – è quello di partire da un’approfondita visita optometrica per stabilire con precisione la prescrizione per i propri occhiali correttivi. La seconda raccomandazione che mi sento di dare è che, in ogni caso, bisogna dotarsi solo di lenti certificate quindi garantite e sicure. Altrimenti si rischia che non servano per lo scopo o che, peggio, possano procurare danni alla vista. Ce ne sono di diversi tipi e di diversi marchi ma se ci si rivolge ad un centro ottico competente e professionale saprà indicare quelli più adatti alle singole esigenze”.

Filottica è uno storico negozio di lenti e occhiali da vista e da sole, aperto nel lontano 1952 nel cuore di Roma, a due passi da piazza Navona. Oltre ad avere a disposizioni occhiali e lenti delle marche più prestigiose e di qualità, permette di prenotare visite optometriche complete, eseguite anche grazie alle più moderne attrezzature per le misurazioni; le visite sono prenotabili anche on line.

Per qualsiasi informazione si può consultare il sito

www.lafilottica.com/it/

Contatti: www.lafilottica.com/it/

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza