cerca CERCA
Lunedì 06 Dicembre 2021
Aggiornato: 04:15
Temi caldi

La Juve spreca e frena, la Samp ringrazia e pareggia

14 dicembre 2014 | 14.26
LETTURA: 4 minuti

Bianconeri fermati in casa sull'1-1, Gabbiadini risponde a Evra e si interrompe a 25 la striscia di vittorie consecutive allo Stadium. Allegri: "Abbiamo buttato via il successo nel primo tempo. Dovevamo sfruttare le occasioni create"

alternate text
Massimiliano Allegri (foto Infophoto)

La Juve domina e spreca, la Samp ringrazia e pareggia. La Vecchia Signora viene fermata sull'1-1 e fallisce l'appuntamento con la 26a vittoria interna consecutiva. La formazione di Allegri, alla terza X di fila dopo quelle con Fiorentina e Atletico Madrid, concretizza poco nel primo tempo e viene raggiunta nella ripresa. Il match a due volti premia gli uomini di Mihajlovic, bravi a rimanere in partita dopo il gol bianconero di Evra e a colpire con Gabbiadini.

La capolista, nell'ultima esibizione casalinga dell'anno, carica a testa bassa dal fischio d'inizio e colleziona occasioni in sequenza. Tevez scalda i guanti di Romero al 3', Morata ci prova di testa (6') e di destro (10'). Il gol è nell'aria, la sorpresa sta nel nome del marcatore. Evra, al 12', trova lo stacco vincente e insacca di testa sul corner calciato da sinistra: 1-0 e rabbiosa esultanza dell'esterno francese, che risponde alle critiche rimediate nella prima fase della stagione.

Il vantaggio non sazia i padroni di casa, che continuano a spingere. Al 20' Marchisio spara da fuori, Romero vola e devia. Il portiere doriano viene graziato al 27' da Pogba, che controlla di petto su un lancio partito dalla difesa e spedisce il pallone oltre la traversa. La Samp fatica a uscire dal guscio e si fa viva nell'area di Buffon solo al 36', quando un corner fa nascere una mischia davanti alla porta bianconera. Gastaldello colpisce di testa, l'estremo difensore blocca prima di chiudere il primo tempo con un paio di uscite.

La Vecchia Signora sfiora il raddoppio anche in avvio di ripresa, ma viene punita dal neoentrato Gabbiadini. L'attaccante conclude in maniera chirurgica un contropiede: sinistro perfetto dal limite dell'area, 1-1 al 50'. La Juve cerca di scuotersi e di accelerare, offrendo spazi alle ripartenze dei blucherchiati. Sul tiro-cross di Okaka, Gabbiadini è in ritardo e Buffon se la cava.

La Samp, soddisfatta per il pareggio, col passare dei minuti si limita a contenere. I bianconeri faticano a trovare spazi e arrivano con difficoltà dalle parti di Romero. Tevez liscia clamorosamente su cross basso di Evra e poco dopo, su suggerimento di Pereyra, Vidal non inquadra la porta con un colpo di testa. A sfiorare il gol, all'84', dall'altra parte è il solito Gabbiadini. Serve un miracolo di Buffon per disinnescare la conclusione deviata da Ogbonna. L'assedio finale dei campioni d'Italia non produce nulla, l'1-1 resiste.

"Abbiamo buttato la vittoria nel primo tempo, ma rimaniamo in testa al campionato e questo è ciò che conta", dice Allegri alla fine. "Abbiamo creato molte occasioni nel primo tempo, dovevamo sfruttarle. Nel secondo tempo abbiamo incassato il gol su una ripartenza, magari dovevamo far fallo prima", aggiunge a Sky Sport.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza