cerca CERCA
Domenica 28 Novembre 2021
Aggiornato: 19:11
Temi caldi

Calcio: Serie A, Lazio passa al Friuli e Genoa a valanga 5-2 sul Verona

15 febbraio 2015 | 17.29
LETTURA: 4 minuti

Biancocelesti affondano l'Udinese grazie a un rigore di Candreva. Delusione per il Toro che all'Olimpico non va oltre l'1-1 contro il Cagliari

alternate text
Antonio Candreva (Foto Infophoto) - INFOPHOTO

Riprende la sua corsa la Lazio che allo stadio Friuli soffre ma riesce a piegare le resistenze dell'Udinese 1-0 grazie a un rigore di Candreva nel primo tempo. Resta nelle posizioni alte della classifica anche il Genoa che a Marassi travolge 5-2 il Verona, soffre il Torino all'Olimpico, i granata pareggiano 1-1 in rimonta col Cagliari.

Nella sfida del Friuli il primo guizzo arriva al 4' con Di Natale la cui conclusione potente viene deviata in angolo da Berisha. Insistono i friulani, al 16' Widmer tenta il jolly da 20 metri ma Berisha neutralizza. La svolta della gara al 22' quando Wague atterra Klose in area, per l'arbitro Massa è rigore. Agli 11 metri si presenta Candreva che con un cucchiaio beffa Karnezis. Al 36' ci prova Di Natale, il bomber bianconero tenta un pallonetto dal limite ma il portiere sventa il pericolo

A inizio ripresa, al 53', doppia occasione per i biancocelesti. Candreva tira a botta sicura ma un difensore in scivolata lo mura, la palla arriva sui piedi di Klose che da ottima occasione spara alto. Al 70' colpo di testa ravvicinato di Danilo che di testa impegna severamente Berisha. La reazione della formazione capitolina arriva subito dopo con Basta che mette in mezzo una gran palla per l'accorrente Klose anticipato da Widmer. A 12' dalla fine è Berisha dice di no a un tiro dalla lunga distanza di Guilherme.

Sale in classifica a 35 punti il Genoa che a Marassi regola 5-2 il Verona fermo a 24. Al 10' rossoblu in vantaggio grazie a una percussione sulla sinistra di Bergdich che crossa in mezzo, sfortunata deviazione di Agostini nella sua porta per la più classica delle autoreti. Due minuti dopo raddoppio di Falque che crossa al centro per Niang per la facile deviazione di piatto in rete: 2-0.

Al 20' riapre la partita Luca Toni che di testa incorna un invito da calcio d'angolo. Il Genoa non si disunisce e al 30' trova la terza marcatura ancora con Niang bravo nella deviazione aerea su cross dalla destra di Edenilson. Al 57' è ancora Toni a riaprire la partita, l'attaccante scaligero infila Perin su cross di Hallfredsson, per il campione del mondo è la nona rete stagionale.

Al 62' ancora il Verona alla caccia del pari, staffilata di Juanito Gomez dal limite, la conclusione si stampa sull'incrocio dei pali. Nel miglior momento della squadra di Mandorlini ci pensa Bertolacci a portare sul 4-2 i suoi con una conclusione dal limite piazzata alla sinistra di Benussi. C'è tempo anche del 5-2, a realizzarlo all'85' Perotti che ruba palla al limite e infila il portiere ospite.

Delusione per il Torino che si deve accontentare del pari col Cagliari. L'11 di ventura in classifica sale a 32 punti, a 22 i sardi. Parte bene il Toro, al 13' prima occasione di marca granata con Benassi, il tiro velenoso per una deviazione, costringe Brkic alla difficile parata.

Al 33' a sopresa il vantaggio degli ospiti, fucilata di Donsah su tacco smarcante di Sau su cui Padelli non può nulla. La gioia degli isolani dura poco, un giro di orologio ed El Kaddouri è bravo a pareggiare recuperando una corta ribattuta della difesa in area su tiro da fuori di Peres.

La reazione della squadra di Zola si esaurisce in una punizione di Avelar che sorvola la traversa. La ripresa inizia con una grande percussione di Ekdal, fa tutto bene, fa una serpentina tra tre avversari ma sbaglia la conclusione. Al 58' potente destro su calcio di punizione di Bovo, para bene Brkic. La gara va pian piano spegnendosi e il risultato non cambia: 1-1 e ottavo pareggio in stagione per la formazione piemontese.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza