cerca CERCA
Giovedì 19 Maggio 2022
Aggiornato: 19:32
Temi caldi

Moda: Dell'Oglio, finalmente presta ascolto al mercato reale

21 gennaio 2015 | 14.11
LETTURA: 2 minuti

Per il presidente della Camera italiana dei buyer la vera, grande novità emersa nel corso di Pitti Uomo e Milano Moda Uomo è che le griffe della moda maschile si sono messe dalla parte migliore: in ascolto delle reali condizioni di mercato.

alternate text
Mario Dell'Oglio, presidente della Camera italiana buyer della moda

"Sono entusiasta del grande lavoro di introspezione per la moda uomo che finalmente ascolta il mercato reale. La vera, grande novità emersa nel corso di Pitti Uomo e Milano Moda Uomo è che le griffe della moda maschile si sono messe dalla parte migliore: in ascolto delle reali condizioni di mercato". Lo dichiara Mario Dell'Oglio, titolare degli store Dell’Oglio a Palermo e presidente di Camera italiana Buyer Moda.

"I protagonisti sulle passerelle e nei saloni - aggiunge - hanno fatto un grande lavoro di introspezione per offrire contributi stilistici nuovi e concreti che daranno respiro internazionale a tutta la filiera. Il loro spirito non è mai stato impositivo, ma suggerito attraverso la ricerca di valori che possano aggregare intorno a un'idea di stile. Questo allarga il consenso e va premiato".

Il presidente dei buyer italiani si è detto affascinato dalla "raffinatezza" e dalla "nuova sobrietà di ciascuno di loro. Da Armani con tutte due le sue linee a Dolce & Gabbana. Da Prada a Neil Barrett. Fino a Etro, Versace e Costume National. Zegna ha dato uno scatto in avanti modernizzando i fit e le funzionalità. Che bello tornare a una moda non fine a se stessa. Ogni brand è stato coerente con la propria identità e questo rassicura noi e tutto il sistema produttivo e distributivo".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza