cerca CERCA
Lunedì 24 Gennaio 2022
Aggiornato: 09:02
Temi caldi

Lo studio

La nostra voce registrata? Con un tono diverso può influenzare l'umore

29 marzo 2016 | 19.23
LETTURA: 2 minuti

alternate text

Sentire il suono della nostra voce registrata, si sa, scatena reazioni il più delle volte di stupore e/o vergogna. Ma può anche far cambiare il nostro umore 'a comando', consentendo perfino di migliorarlo, come ha verificato un team di ricercatori dell'università di Lund (Svezia) su un gruppo di volontari. Un esperimento che potrebbe tornare utile nelle terapie del comportamento.

Ai partecipanti è stato chiesto di leggere un brano mentre la loro voce veniva registrata. Al termine, gli autori hanno fatto risentire la registrazione alterando (attraverso precisi algoritmi) il tono della voce dei volontari, senza dirglielo, per farli sembrare più felici, tristi o timorosi. Ebbene, è stato verificato che quando si manipola il tono di voce di una persona, il suo stato emotivo cambia di conseguenza. "Il rapporto tra l'espressione e l'esperienza delle emozioni è stato tema di dibattito nel campo della psicologia", spiega Petter Johansson all'Independent online, uno degli autori della ricerca. "Questa - assicura - è la prima prova degli effetti diretti dell'udito sull'esperienza emozionale".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza