cerca CERCA
Mercoledì 17 Agosto 2022
Aggiornato: 18:31
Temi caldi

La nuova Rai per generi crea ponti fra giovani e 'boomerissimi'

28 giugno 2022 | 20.52
LETTURA: 5 minuti

Da Marcuzzi a Cattelan, da De Martino a D'Amico e Isoardi tante le novità della seconda rete che vuole rinascere, mentre sul terzo canale Malgioglio raccoglie il testimone della Carrà e Jovanotti fa brillare Raiplay

alternate text
presentazione dei palinsesti Rai 2022-2023 alla stampa presso il Super Studio Maxi, a Milano

(dall'inviata Veronica Marino) - Un tempo la Rai aiutava il Paese ad alfabetizzarsi, oggi potrebbe avvicinare le generazioni, farle dialogare. I Palinsesti 2022-2023, presentati a Milano, sembrano andare in questa direzione, come suggeriscono le tante novità televisive di Rai2, da ‘Boomerissima’ con la new entry Alessia Marcuzzi, a ‘Bellama’ condotto da Pierluigi Diaco, passando per ‘Nei tuoi panni’ con Mia Ceran. Se è vero, dunque, che è la generazione Z, con i contatti social che porta con sé e la capacità di amplificare l’attenzione, a fare da ecoscandaglio per trovare nuovi telespettatori e quindi maggiori ascolti per la nuova Rai per generi, è anche vero che la Rai sembra aver trovato un gancio più da servizio pubblico, esigenza da tenere sempre presente, tanto più in vista del nuovo Contratto Rai-Mise.

A questo proposito il nuovo docu-reality con Mara Maionchi su Rai2, ‘Nudi per la vita’, mette la leggerezza al servizio della prevenzione in compagnia dei Vip sperimentando una nuova formula per condividere con il pubblico l’importanza di prendersi cura della propria salute e amare il proprio corpo, al di là delle cicatrici. Il volto delle novità della prossima stagione è, dunque, quello di Rai2, che vuole riprendersi dopo il calo degli ultimi anni e che ora racconteremo più avanti in dettaglio, mentre Rai1 conferma i suoi assi nella manica (Amadeus con ‘I Soliti Ignoti’, ‘Sanremo Giovani’, il ‘Festival di Sanremo’, ‘L’anno che verrà’ e ‘Arena ’60 ’70 ’80 ’90; Carlo Conti con ‘Tale e quale show’; Milly Carlucci con ‘Ballando con le stelle’; Mara Venier con ‘Domenica in’ e ‘Domenica in show’; Flavio Insinna con ‘L’Eredità’ e Speciale Eredità Unicef, Alberto Angela con 'Stanotte a Milano' e 'Meraviglie') e la sua impostazione, salvo “la rivoluzione di Uno Mattina” che nella prossima stagione durerà solo un’ora, dalle 9 alle 10, facendo da cuscinetto tra le notizie del Tg1 e ‘Storie Italiane’ di Eleonora Daniele.

Rai3, invece, mantiene le sue scelte identitarie come 'Che tempo che fa' o 'Sapiens' o ancora 'Via dei matti numero 0'; affida a Emma D’Aquino il racconto di uomini e donne coraggiosi che hanno osato e invertito la rotta, e sorprende con il programma condotto da Cristiano Malgioglio ( ‘Tu casa es mi casa’ in prime time, che raccoglie il testimone di Raffaella Carrà e il suo ‘a raccontare comincia tu’). La terza rete ospita come sempre la cultura e lo fa in modo originale con 'Cinque pezzi facili', novità presentata oggi dalla direttrice del genere Cultura ed Educational Silvia Calandrelli: sotto la direzione artistica e la regia del Premio Oscar Paolo Sorrentino saranno messe in scena per il piccolo schermo cinque opere di Mattia Torre.

Senza dimenticare i ritorni come quello di Paola Perego e Simona Ventura in ‘Citofonare Rai2’, torniamo alla sterzata della seconda rete Rai. Oltre a ‘Boomerissima’ e alle novità già evidenziate, l’intento di rinascita sposato orizzontalmente da tutti i direttori di genere si concretizza in ‘Sing Sing Sing’ condotto da Stefano De Martino che dal 26 settembre in prima serata fa gareggiare personaggi famosi tra giochi ed esibizioni canore. Dal 7 novembre, invece, la prima serata ha il volto delle Drag Queen nel programma ‘Non sono una signora’ dove i travestimenti daranno spazio alla libertà espressiva, promuovendo l’inclusività (per la conduzione si sta ancora riflettendo ma il direttore Intrattenimento Prime Time, Stefano Coletta, preferirebbe una figura maschile). Dall'11 settembre Elisa Isoardi la domenica torna con lo show ‘Vorrei dirti che’, un viaggio fra le emozioni attraverso le ricette di famiglia e il territorio con uno spazio tutto dedicato ai sentimenti. Dal 13 settembre poi in seconda serata arriva Alessandro Cattelan con il suo noto ‘EpccsuRai2’ che darà spazio anche all’informazione con una formula studiata per la Rai. Dal 4 novembre Geppi Cucciari in prima serata condurrà un people show attento all'attualità, ma con ironia. Dal 25 ottobre Francesca Fagnani fa il tris: il suo ‘Belve’, ed è questa la novità, andrà in onda martedì, mercoledì e giovedì.

Rai2 innova anche nel genere approfondimento: dal 6 ottobre il programma del giovedì in prima serata sarà ‘Che c’è di nuovo’, condotto dall’altra new entry della rete, Ilaria D’Amico. De Martino sarà poi anche il volto di ‘Bar Stella’ sempre su Rai2 dal 22 novembre, mentre Paolo Conticini condurrà dal 10 ottobre ‘Una scatola al giorno’, quella in cui si nasconderanno le prove da superare, scherzi telefonici, situazioni imbarazzanti.

Non mancano serate evento su cui Rai1 è maestra. ‘Go Gianni go’ il 19 dicembre, condotto da Gianni Morandi, sarà una grande festa, nella “sua” Bologna, per celebrare i sessant’anni di carriera. ‘Danza con me’ con Roberto Bolle timonerà il primo giorno del nuovo anno. Hanno il sapore di un vero e proprio evento anche alcuni documentari Rai. 'Sophia!', su Rai1, il racconto che attraversa tutti gli aspetti della vita di Sophia Loren. E 'I magnifici quattro della risata' su Rai1 alla scoperta del percorso di Roberto Benigni, Francesco Nuti, Massimo Troisi e Carlo Verdone.

Il capitolo ‘Approfondimento’, che ora ha una direzione tutta dedicata, guidata da Antonio Di Bella, conferma in seconda serata su Rai2 ‘Generazione Z’ con Monica Setta e ‘Fame d’amore’ su Rai3 con Francesca Fialdini, ma si apre anche a due novità sempre in seconda serata: ‘Tempo e Mistero’ condotto su Rai1 dal 3 ottobre da Giovanni De Cataldo, per ripercorrere la storia italiana anche attraverso i casi criminali più emblematici e ‘Basco rosso’, il racconto in tre appuntamenti dell’addestramento dell’unità speciale dell’arma dei Carabinieri ‘Cacciatori’ a cui è affidata la lotta del crimine organizzato in quattro regioni italiane.

Raiplay sfoggerà il meglio del backstage del tour estivo di Jovanotti sulle spiagge italiane, ‘Alla Salute - Jova Beach Play'. Mentre l’offerta sportiva della Rai per l’autunno-inverno 2022 sarà naturalmente dominata dalla Coppa del mondo di calcio in Qatar, che dal 22 novembre al 18 dicembre vedrà protagoniste, per l’ultima volta nella storia della manifestazione, le migliori 32 squadre del pianeta. L'Italia non ci sarà, ma la Rai, che detiene i diritti del Mondiale in esclusiva free to air per tutte le piattaforme, offrirà ai propri abbonati la copertura totale. Non solo. Con l’avvicinarsi del Campionato mondiale di calcio, Rai 1 proporrà, in prima visione, il documentario evento 'Mi chiamo Francesco Totti', e, al termine della competizione sportiva, manderà in onda, nella stagione Strenne, alcuni film in prima visione che riguardano storie del mondo dello sport che uniscono tutte le generazioni.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza