cerca CERCA
Lunedì 27 Giugno 2022
Aggiornato: 23:50
Temi caldi

Comunicato stampa

La Regina (Zinco Group): “Progetto Fuoco 2022, presentati a clienti italiani e internazionali i nostri prodotti di qualità”

12 maggio 2022 | 12.11
LETTURA: 2 minuti

alternate text

La società ha partecipato all’evento veronese, il più importante dedicato al settore del riscaldamento, per la sesta volta

Con oltre 800 brand presenti, il 32% dei quali provenienti dall’estero, Progetto Fuoco, il più importante evento mondiale dedicato al riscaldamento a biomassa, che si è svolto a Verona dal 4 al 7 maggio, ha raggiunto i numeri dell’edizione 2020, svoltasi prima dell’avvento della pandemia. E c’è soddisfazione anche all’interno della delegazione di Zinco Group, azienda calabrese leader nella produzione di canne fumarie, che ha partecipato all’evento.

“Questa è la sesta edizione di Progetto Fuoco a cui prendiamo parte. Da 12 anni, infatti, utilizziamo questa opportunità per proporci ad un mercato sia italiano che internazionale, dal momento che qui ci raggiungono clienti e potenziali clienti da tutta l’Europa” spiega Francesco La Regina, presidente di Zinco Group, che sottolinea come il tratto distintivo dell’azienda sia “la grande attenzione per la qualità sia dei materiali che delle lavorazioni eseguite. Abbiamo sempre fatto grandi investimenti in tecnologia e ricerca per trovare soluzioni innovative”. E tutto ciò ha portato l’azienda ad essere leader in un settore, quello della filiera legno-energia, che in Italia vanta un giro d’affari da 4 miliardi di euro e occupa oltre 72 mila lavoratori. A farla da padrone, ovviamente, sono le aziende che producono stufe, caminetti e caldaie, ma quelle che si occupano della produzione di componenti specifiche, come le canne fumarie e i relativi accessori, hanno un ruolo assolutamente strategico.

La prima parola a cui si pensa guardando alla storia e alla produzione di Zinco Group è innovazione. “È sempre stata un nostro punto fermo, ne sono esempio diversi articoli, ad esempio un raccordo a T, dotato di un codino che viene realizzato con un’estrusione e non una semplice saldatura” sottolinea Antonio Diodati, ingegnere dell’azienda, che – parlando all’interno dello stand di Zinco Group a Progetto Fuoco - cita un ulteriore esempio: “Un elemento importante nella nostra gamma di prodotti, sempre nell’ottica di proporre un servizio di alta qualità, è l’aspiratore elettrico, che risolve tutti i problemi di tiraggio che potrebbero verificarsi con l’emissione del fumo”. Grande attenzione, inoltre, è posta sulla qualità dei materiali con l’effettuazione di controlli rigorosi su tutti gli elementi in acciaio e sulla tenuta di guarnizioni e giunti per quanto riguarda gli accessori. Senza dimenticare l’aspetto estetico: “Oggi le canne fumarie sono considerate un elemento d’arredo - aggiunge Ferdinando La Regina -, per questo puntiamo sulla bellezza e l’affidabilità del prodotto, oltre a fare in modo che l’installazione sia il più semplice possibile”.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza