cerca CERCA
Domenica 26 Giugno 2022
Aggiornato: 10:41
Temi caldi

La rinascita di Manuel Bortuzzo raccontata nella nuova fiction di Rai1

03 maggio 2022 | 18.10
LETTURA: 4 minuti

L'8 maggio in prime time 'Rinascere', la storia del nuotatore vittima di una sparatoria nel 2019 e costretto sulla sedia a rotelle

alternate text

Un sogno infranto e la lotta per 'Rinascere' rivive nella nuova fiction di Rai1, in onda l'8 maggio in prime time coprodotta da Rai Fiction e Moviheart, con Alessio Boni e Giancarlo Commare per la regia di Umberto Marino, tratta dall’omonimo libro di Manuel Bortuzzo. Il tv-movie racconta la storia di Manuel Bortuzzo, il campione di nuoto che nel 2019 si trovò nel mezzo di un fuoco incrociato di un regolamento di conti che lo costrinse sulla sedia a rotelle. È per raccontare il percorso dalla disperazione alla speranza che Manuel scrive 'Rinascere'. Perché all’indomani di quei due colpi di pistola niente è stato più come prima. "Rivedere la storia della mia vita mi ha emozionato molto - dice Bortuzzo nel corso della presentazione della fiction nella sede di Viale Mazzini - E' indescrivibile quello che ho provato, il film è stato fedele a quello che sono e questo mi ha reso molto felice''. "Il mio obbiettivo - continua il regista - era quello di essere fedele alla storia di Manuel. Laddove volevamo fare dei distanziamenti necessari per la drammaturgia e per la sintesi del film ci siamo sempre rivolti alla famiglia. Non si può giocare con la vita degli altri''.

Per Alessio Boni interpretare ''una persona esistente, che è qua, non imitarla, è stata una bella sfida. La sceneggiatura era interessante perché doveva rievocare la drammaticità e la tragicità di quello che era accaduto a un ragazzo di 19 anni. Il punto cardine di questo film è il racconto della dignità con cui questa famiglia ha affrontato il dolore - sottolinea l'attore - Per me interpretare Franco (il padre di Manuel, ndr) è stato veramente fuori dal comune, perché ho parlato con lui, gli ho chiesto delle cose molto intime e mi sono confrontato con lui. Mi sono quindi buttato a capofitto in questo progetto perché è importante ricordare certi esempi, ed è giusto che sia la Rai, la tv pubblica, a ricordarli''. Il 2 febbraio 2019, mentre si trova insieme alla fidanzata Martina, Manuel rimane vittima innocente e inconsapevole di un regolamento di conti fra delinquenti. Due colpi di pistola indirizzati alla persona sbagliata. Non era lui il bersaglio. La corsa in ospedale e la diagnosi: lesione midollare completa. Una notizia terribile, Manuel non potrà più usare le gambe, ma se il proiettile lo avesse colpito dodici millimetri più in basso, avrebbe leso l’arteria addominale e in ospedale non ci sarebbe nemmeno arrivato. Il giovane finisce su una sedia a rotelle. La sua carriera sembra finita e il sogno di partecipare alle Olimpiadi svanito per sempre. Per non abbattere parenti e amici Manuel si fa forza, ma piange quando è solo.

Manuel allontana anche Martina, accettando solo il sostegno del padre e di Alfonso, un ragazzo conosciuto in clinica riabilitativa. Alfonso è simpatico, solare, coinvolgente, nonché un vero esperto di carrozzina e in pochi giorni diventa suo amico. Inoltre, grazie ai social, Manuel conosce Davide, un medico che ha subito la sua stessa lesione eppure è in piedi, sulle sue gambe. Davide si trasforma in un mentore, gli fa ripetere alcune indagini e, attraverso una risonanza magnetica, scopre che un piccolo filamento midollare non è stato compromesso. Dopo la sofferenza, lo sconforto, la rabbia, il giovane atleta trova dentro di sé la forza di andare avanti e di rinascere. Cerca nuove sfide, trova nuovi interessi. Manuel reagisce con incredibile forza di volontà e inizia un lungo percorso di riabilitazione al santa Lucia di Roma dove ritorna anche a nuotare nella speranza di poter partecipare alle Paralimpiadi. Il giovane atleta inoltre scrive un libro dal titolo 'Rinascere' dove racconta la sua drammatica vicenda e prende parte a molti eventi per sensibilizzare il pubblico al problema della disabilità. Studia musica e in questo lungo percorso per riappropriarsi della sua vita impara a conoscersi meglio scoprendo di essere cambiato. Ma Manuel ha ancora un sogno per il prossimo futuro: poter riprendere a camminare e ballare ancora una volta con il suo amore.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza