cerca CERCA
Sabato 04 Dicembre 2021
Aggiornato: 20:13
Temi caldi

Governo

La salentina Lezzi a capo del ministero del Sud

31 maggio 2018 | 22.47
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Fotogramma)

Salentina, di Lecce, chiamata ad occuparsi di un meridione che, quanto meno geograficamente, rappresenta al meglio: Barbara Lezzi é tra i volti più inaspettati di questo governo giallo verde, il suo nome spuntato a sorpresa tra lo stupore delle stesse file dei 5Stelle. Classe '92, Lezzi si è diplomata nel 1991 all'istituto tecnico Deledda per periti aziendali e corrispondenti in lingue estere di Lecce.

Nel gennaio '92 ha iniziato la sua esperienza di lavoro presso un'azienda del settore commercio con la qualifica di impiegata di III livello. Nel 2013 viene eletta senatrice nella circoscrizione Puglia per il Movimento 5 Stelle, entra in commissione permanente bilancio e programmazione economica del Senato e ne diviene vicepresidente. Sempre nella scorsa legislatura, è stata membro della commissione permanente per le politiche europee. 

Quando scoppia il caso 'rimborsopoli', da un'inchiesta delle Iene, ne viene sfiorata per un mancato bonifico di circa 3.500 euro. Si difende strenuamente e viene subito 'perdonata' dai vertici grillini. Ma c'è un altro inciampo nella sua storia politica: il nome di Lezzi è finito nel tormentone 'parentopoli' del 2013, a causa della nomina della figlia del compagno come portaborse. Anche per questi due episodi la sua indicazione a capo del ministero del Sud -venuta allo scoperto solo nei giorni scorsi, quando il governo M5S-lega sembrava ormai tramontato- ha creato parecchi malumori in casa 5 Stelle.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza