cerca CERCA
Giovedì 24 Giugno 2021
Aggiornato: 00:05
Temi caldi

Calcio: la Samp cala il poker a Udine e avvicina l'Europa

10 maggio 2015 | 17.10
LETTURA: 4 minuti

Dopo 6 partite senza vittorie i blucerchiati si impongono a Udine con un perentorio 4-1 e si rilanciano nella corsa a un posto nella prossima Europa League. Vittoria fondamentale anche per l'Atalanta che passa 3-2 a Palermo e ipoteca la salvezza, mentre il Cesena saluta la A perdendo 3-2 in casa con il Sassuolo

alternate text
Roberto Soriano(Infophoto) - INFOPHOTO

Dopo 6 partite senza vittorie (3 pareggi e 3 sconfitte) la Sampdoria si impone a Udine con un perentorio 4-1 e si rilancia nella corsa a un posto nella prossima Europa League. I doriani salgono a quota 54 in classifica issandosi momentaneamente in quinta posizione grazie a un gol per tempo di Soriano e alle reti di Acquah e Duncan. Il nazionale azzurro segna al 25' della prima frazione su suggerimento di Wszolek e al 18' della ripresa su passaggio di Djordjevic.

Il tris lo firma il ghanese al 35' dopo un bell'assolo in contropiede. Nel finale, al 41', Di Natale accorcia le distanza dagli 11 metri firmando il centro numero 207 in Serie A, prima che al 44' Duncan fissasse il risultato andando a segno su assist di Muriel. L'Udinese, che prima del via ha festeggiato il proprio capitano per aver scavalcato Baggio tra i migliori bomber in Serie A di tutti i tempi, ha mostrato poca resistenza di fronte alla voglia di vincere degli uomini di Mihajlovic. I bianconeri rimangono così fermi con 41 punti.

Con il successo per 3-2 a Palermo l'Atalanta compie un passo quasi decisivo verso la salvezza. Ai nerazzurri basterà un punto nelle prossime tre gare per conquista la matematica certezza della permanenza in massima divisione. Gli uomini di Reja partono a spron battuto e si portano in vantaggio al 6' con Baselli a bersaglio con un piatto destro su assist di Pinilla, al 17' arriva il raddoppio grazie all'autogol di Andelkovic che infila di testa la sua porta nel tentativo di respingere un angolo di Gomez.

Sul finire della prima frazione, al 43', Vazquez accorcia le distanze di testa su involontario passaggio di Rigoni che stava cercando di calciare in porta. In apertura di ripresa Gomez firma il 3-1 sfruttando al meglio un passaggio di D'Alessandro. All'12' follia del portiere atalantino Avramov che prima mette a sedere Vazquez con un dribbling in area ma poi non rinvia il pallone e l'italo-argentino si rialza, ritorna ruba palla e viene steso dall'estremo difensore russo.

Rigore per il Palermo ed espulsione per Avramov; ma dagli 11 metri Belotti coglie la traversa. I rosanero riescono ad accorciare le distanze qualche minuto più tardi, al 23', con Rigoni che sfrutta un assist di Jajalo. La 'dea' soffre ma riesce a portare a casa i tre punti che le permettono di salire a 36, più otto sul Cagliari terz'ultimo, mentre i siciliani restano a 43.

Il Cesena saluta la Serie A con un ko casalingo per 3-2 contro il Sassuolo. Al doppio vantaggio romagnolo realizzato nel primo tempo da Defrel al 14' e da Brienza al 28', gli emiliani rispondo nella ripresa con i gol di Zaza al 3', Taider al 6' e Missiroli al 22'. La squadra di Di Carlo resta penultima a 24 punti, quella di Di Francesco arriva a quota 40.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza