cerca CERCA
Mercoledì 29 Giugno 2022
Aggiornato: 20:31
Temi caldi

Elezioni

La scheda non va nell'urna

03 marzo 2018 | 07.12
LETTURA: 2 minuti

alternate text

Domenica, dopo aver votato, non sarà più l'elettore a inserire la scheda nell'urna ma dovrà consegnarla al presidente del seggio, che penserà a infilarla nell'urna. Le schede elettorali, di carta consistente, saranno fornite a cura del ministero dell'Interno e per la prima volta saranno dotate di un tagliando antifrode con un codice progressivo alfanumerico generato in serie. Si tratta di una delle novità introdotte dal Rosatellum, la nuova legge elettorale, con la quale voteremo per rinnovare i seggi del Parlamento.

Una volta che l'elettore avrà votato e restituito la scheda ripiegata al presidente del seggio, il tagliando sarà staccato e conservato dagli scrutatori, che controlleranno se il numero del tagliando è lo stesso di quello annotato prima della consegna della scheda all'elettore. Solo dopo tale controllo, il presidente del seggio inserirà la scheda nell'urna.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza