cerca CERCA
Sabato 27 Novembre 2021
Aggiornato: 22:18
Temi caldi

Lavoro: la storia, madre e figlia mamme di giorno di 8 bambini

15 luglio 2015 | 14.11
LETTURA: 3 minuti

A Scena in provincia di Bolzano l'esperienza baby sitter di Maria e Katharina Weger. Professione tagesmutter

alternate text
L'incontro tra Maria e Katharina Weger con l'assessora Deeg e la consigliera Hochgruber Kuenzer

Condivisione, giochi e familiarità. Queste le caratteristiche dell'originale servizio di tagesmutter (mamma di giorno) offerto da Maria Weger e da sua figlia Katharina, che a Scena (Bolzano) si prendono cura di ben 8 bambini. Un esempio di 'baby sitter' riuscito che ha suscitato l'interesse dell'assessore provinciale alla Famiglia e all'amministrazione, Waltraud Deeg, che con la consigliera Maria Hochgruber Kuenzer hanno fatto visita alla struttura contadina delle Weger.

Un'organizzazione che vede madre e figlia impegnate con una squadra di piccoli tra uno e quattro anni di età: abitano ciascuna un piano del maso con quattro bambini a testa, ma si gioca e si mangia tutti assieme. L'assessore Deeg e la consigliera Hochgruber Kuenzer, che è anche presidente della cooperativa di assistenza all'infanzia delle contadine locali, sono rimaste favorevolmente impressionate da questo modello di assistenza.

"Le tagesmutter -spiega Deeg- sono un'offerta irrinunciabile nell'assistenza all'infanzia e se in aggiunta i bambini possono beneficiare di un ambiente familiare e molto bello come nel caso di Scena l'aiuto ai genitori è ancora maggiore. Proprio in una località -osserva- spiccatamente turistica come Scena sono molto preziosi i tempi flessibili dell'assistenza offerti dalle Tagesmütter: i bambini possono restare più a lungo nel maso di Maria e Katharina Weger anche la sera o la domenica, quando nell'esercizio pubblico dei genitori c'è gran lavoro".

"Siamo consapevoli -chiarisce l'assessore- del ruolo svolto dalle tagesmutter e abbiamo tenuto nella giusta considerazione questo servizio nel nuovo piano di assistenza all'infanzia, per assicurare offerte di qualità, secondo le esigenze delle famiglie e per conciliare meglio famiglia e lavoro".

La consigliera Hochgruber Kuenzer spezza una lancia a favore della professione di tagesmutter: "Dovrebbe avere lo stesso riconoscimento di tutte le altre offerte di assistenza all'infanzia ed essere più garantita anche dal punto di vista pensionistico. Nel contratto collettivo infatti le tagesmutter sono classificate come impiegate domestiche con relativo versamento ridotto dei contributi previdenziali".

Attualmente, in Alto Adige, vi sono 190 tagesmutter che assistono oltre 1.000 bambini. La quota di assistenza dei bimbi fino a tre anni di età, comprensivo del servizio di tagesmutter, raggiunge il 25% del servizio complessivo. Le nuove linee guida del settore, attualmente in discussione, prevedono un ampliamento quantitativo e qualitativo dell'offerta di assistenza per bambini e ragazzi fino a 14 anni.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza