cerca CERCA
Venerdì 23 Luglio 2021
Aggiornato: 17:20
Temi caldi

Auto Tech

La tecnologia nel cruscotto: un drone in volo per prevenire gli ostacoli

21 luglio 2021 | 08.32
LETTURA: 3 minuti

Nell'EV Day del gruppo Stellantis, il marchio americano ha voluto celebrare i suoi 80 anni immaginando in un video quelle che potrebbe essere la tecnologia di guida e abitacolo del prossimo decennio.

alternate text
- Da Gear.jeep.com

Ci si è divertiti a puntare avanti, in un futuro che ha come obiettivo il 100% elettrico, e che ha iniziato il suo percorso già a metà 2020 con Renegade e Compass ibride plug-in, seguite dall’ibrido ricaricabile per il fuoristrada duro e puro della Wrangler 4xe. Ma non è l’alimentazione la novità, anche se pure qui non manca l’innovazione ad alta tecnologia, come la possibilità di avere quattro motori autonomi, uno per ruota, che libereranno il vano motore anteriore trasformandolo in bagagliaio e recuperando spazio per i passeggeri nella parte posteriore. Il video commemorativo degli 80 anni si spinge fino a immaginare le innovazioni da qui al 2030 (e anche oltre, con un veicolo completa e anfibio), e anticipa una serie di nuove feature forse non così lontane quanto sembrano a un primo sguardo.

Grazie al Multi-Power Port l’auto si potrà trasformare in un generatore da campo, e si potrà anche trasferire la carica da un veicolo all’altro in caso di necessità. Utile in città, salvavita in situazioni fuoristrada, lontani da centri di ricarica. Anche se questa eventualità si fa più remota: Jeep sta già lavorando a un network di colonnine offroad a energia solare lungo i percorsi più popolari in Nordamerica. Addio alle chiavi: si potrà salire sul proprio veicolo grazie al riconoscimento biometrico, che supera tutte le novità recenti in materia di accesso (dalla chiave integrata nello smartphone ai bracciali con tecnologia RFID) e che utilizzerà videocamere ad alta definizione per autorizzare le persone preregistrate, una po’ come il sistema di sblocco degli smartphone a riconoscimento facciale. La timeline proposta da Jeep ipotizza questa feature disponibile già dal 2025. Ed è realistica anche l’ipotesi di collegare l’auto a un drone, che potrà trasmettere sullo schermo del cruscotto le immagini riprese, sia per registrare e documentare il percorso, sia come “esploratore” per individuare in anticipo eventuali difficoltà e ostacoli. Così come non sembra mancare molto all’arrivo degli pneumatici intelligenti capaci di modificare la pressione in modo dinamico a seconda del terreno.

Più aspirazionale l’immagine finale della coppia sdraiata sui sedili reclinabili che guarda le stelle dal tettuccio mentre l’auto li porta per sentieri di montagna. In un momento in cui, dopo l’entusiasmo iniziale, la guida autonoma cittadina sembra un obiettivo ancora remoto, appare decisamente ambiziosa la proposta di spostarla fuoristrada. Eppure nel video vediamo i protagonisti partire per un’escursione a piedi e trovare ad attenderli l’auto, che ha fatto il giro su strade offroad per farsi trovare pronta all’arrivo. E per controllarla lungo il percorso, basteranno degli smart glasses collegati alle telecamere della macchina.

Jeep si è chiaramente astenuta dal fare promesse, e ha anzi messo in chiaro con un disclaimer che nel video erano mostrarti concept e dotazioni di fantasia, e che i modelli futuri potranno essere differenti da quanto presentato. Ma la realtà è che molte delle tecnologie immaginate sono già fattibili, almeno sulla carta, e non è così impensabile sperare di ritrovarle presto sui nuovi fuoristrada.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza