cerca CERCA
Martedì 22 Giugno 2021
Aggiornato: 16:09
Temi caldi

Tv: lo spettacolo della gioia in 'Così lontani, così vicini' da sabato su Rai1

11 dicembre 2014 | 16.46
LETTURA: 4 minuti

Al Bano: "Condurlo è stato emozionante, non è un programma che spettacolarizza il dolore, anzi. Ma se dovessero propormi una terza edizione, dico già no". Perego: "Mio marito Lucio grazie alla trasmissione ha ritrovato un fratello con il quale non si vedeva da 40 anni"

alternate text
Roma presentazione del programma rai Così lontani Così vicini, nella foto Al Bano e Paola Perego

"Questa è tv della gioia". Parola di Al Bano che da sabato prossimo sarà in prima serata su Rai1 per il secondo anno consecutivo con 'Così lontani, così vicini', in questa edizione insieme con Paola Perego. "Un programma innovativo per Rai1, anche nel budget", spiega il direttore della rete ammiraglia di Viale Mazzini, Giancarlo Leone, nel corso della presentazione stamattina in Viale Mazzini.

"Non diamo mai i costi dei programmi per policy aziendale -dice Leone- ma i costi di 'Così lontani, così vicini' sono decisamente inferiori a quelli di uno show in studio". Leone sottolinea che "il progetto di Magnolia (con cui il programma è realizzato, ndr), ci è piaciuto moltissimo, e adesso siamo alla seconda edizione, nonostante questo tipo di trasmissione 'on the road' non sia nella linea editoriale di Rai1. Ma serve innovare".

Rai1 trasmetterà da sabato prossimo cinque episodi in successione per altrettante settimane, ai quali se ne aggiungeranno altri tre attualmente in fase di realizzazione. Al Bano e Perego racconteranno al pubblico le storie di persone che gli eventi della vita hanno separato e ai quali la trasmissione offrirà la possibilità di rivedersi. "E' stata un'esperienza fantastica affrontare casi umani che mi hanno sconvolto. 'Così lontani, così vicini' non è un programma che parla di dolore -dice Al Bano- anzi lo supera per mostrare la gioia del ritrovarsi. Ma se dovessero propormi una terza edizione, già dico no. Per me è stato molto forte, certe scene tagliavano il cuore".

Perego, mio marito Lucio ha ritrovato un fratello grazie alla trasmissione

"E' tv della gioia perché chi partecipa alla trasmissione ha aspettato decenni in attesa di incontrarsi di nuovo. Mi piacerebbe stare al posto loro, per ovvie ragioni -afferma il cantante che ha perso la figlia Ylenia- e portare alla gente la notizia del ritrovamento di un parente mi ha fatto sentire particolarmente utile".

"Grazie alla trasmissione mio marito Lucio (Presta, noto agente dello spettacolo, ndr) ha ritrovato suo fratello", rivela Perego, chiarendo che questo ritrovamento non fa parte del programma. "Mentre eravamo a Chicago -racconta la conduttrice- il fratello, che oggi ha 46 anni e che è figlio di una relazione extraconiugale del papà di Lucio, ha visto quello che postavamo sui social per il programma, si è fatto coraggio e ci ha scritto. Non si vedevano da 40 anni e adesso si sono ritrovati come fratelli".

Alla redazione di 'Così lontani, così vicini' sono arrivate più di tremila richieste di aiuto e ne sono state accolte solo 20 che costituiscono il contenuto dei primi cinque episodi, per i quali Al Bano e Perego hanno percorso più di 5mila chilometri realizzando oltre 600 ore di filmati. Naturalmente c'è stato qualcuno che non ha voluto incontrare i parenti che l'avevano cercato e qualcun'altro che invece l'ha fatto, ma lontano dalle telecamere.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza