cerca CERCA
Domenica 23 Gennaio 2022
Aggiornato: 00:08
Temi caldi

Iraq: portavoce Barzani, Maliki è isterico, si dimetta

10 luglio 2014 | 11.08
LETTURA: 2 minuti

Il premier iracheno "ha perso l'equilibrio, deve scusarsi con gli iracheni e dimettersi". Così un portavoce del presidente del Kurdistan iracheno dopo che Maliki ha sostenuto che la regione autonoma "è diventata la base dell'Isil e di al-Qaeda".

alternate text
Nuri al-Maliki

Il premier iracheno, lo sciita Nuri al-Maliki, manifesta una personalità "isterica" e "deve dimettersi". Così un portavoce del presidente del Kurdistan iracheno, Masoud Barzani, dopo che ieri Maliki ha sostenuto che la regione autonoma, in particolare la città di Erbil, "è diventata la base dello 'Stato islamico dell'Iraq e del Levante' (Isil), di al-Qaeda e del partito Baath".

Maliki "ha perso l'equilibrio - si legge in una nota in inglese pubblicata sul sito web della presidenza del Kurdistan - Sta facendo di tutto per giustificare i suoi fallimenti e per far cadere su altri le responsabilità dei suoi fallimenti". "Il Kurdistan è orgoglioso del fatto che Erbil, che Maliki ha accusato di ospitare i terroristi, è sempre stata meta di rifugio per le persone oppresse, Maliki compreso quando è fuggito dalla passata dittatura. Ora Erbil è meta di rifugio per le persone che fuggono dalla sua dittatura. L'Isil e altri gruppi non trovano spazio a Erbil, stanno con voi". Il portavoce della presidenza del Kurdistan chiede quindi a Maliki di "scusarsi con il popolo iracheno e dimettersi" perché ha "distrutto il Paese e chi distrugge un Paese non può poi salvarlo dalla crisi.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza