cerca CERCA
Martedì 18 Gennaio 2022
Aggiornato: 07:57
Temi caldi

Ladri in fuga finiscono nella villa di Berlusconi

15 agosto 2018 | 10.16
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Fotogramma/Ipa)

Erano in fuga dai carabinieri e sono finiti, per sbaglio, nella villa di Silvio Berlusconi a Casatenovo, nella Brianza lecchese. I fatti risalgono a inizio agosto quando alcuni ladri, che avevano appena svaligiato una casa della zona, hanno scavalcato il muro di cinta della casa che l'ex premier ha donato alla compagna Francesca Pascale.

Secondo quanto riportato da 'Il Giorno', in quel momento in casa si trovavano sia Berlusconi sia Pascale, scortati dai loro bodyguard personali e dalle guardie giurate che vigilano sulla proprietà. Probabilmente i malviventi non sapevano di essere finiti nella villa del presidente di Forza Italia. Non si sono neanche avvicinati all'edificio da 1.140 metri quadrati che, scrive il quotidiano, è composto da 7 camere da letto, 7 bagni, una sala cinematografica, un salone per le feste, depandance e vari locali annessi. I malviventi non hanno fatto in tempo a mettere piede nel giardino che se ne erano già andati in pochi secondi, saltando oltre la recinzione. Nessuno li avrebbe visti.

Secondo i carabinieri che hanno effettuato le indagini "né la villa di Berlusconi né chi si trovava lì in quel momento erano assolutamente l'obiettivo dei ladri". E' stato il sistema di allarme, sensibilissimo, ad allertare i vigilantes. Gli investigatori hanno effettuato un accurato sopralluogo e acquisito le immagini delle telecamere del sistema di videosorveglianza a circuito chiuso. Le telecamere avrebbero inquadrato e i malviventi, fornendo possibili elementi utili all'identificazione.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza