cerca CERCA
Mercoledì 30 Novembre 2022
Aggiornato: 12:21
Temi caldi

Anziani: l'analisi, oltre 29 mld euro contributo nonni a famiglie

01 ottobre 2015 | 14.22
LETTURA: 3 minuti

alternate text

Il contributo dei nonni alle famiglie italiane ammonta a oltre 29 miliardi di euro. E' quanto emerge da un'analisi elaborata da Federanziani in vista di domani, 2 ottobre, Festa dei nonni. "I nonni sostengono le famiglie dei propri figli con 5,4 miliardi di euro ogni anno -rileva- sotto forma di trasferimenti di denaro e acquisti di beni necessari a figli e nipoti".

"A questa somma -precisa- si aggiunge una quantità di denaro enorme non circolante, corrispondente alle ore di lavoro gratuito e amorevole spese nel fare da baby sitter ai nipoti. Una cifra stimabile in altri 24 miliardi di euro, se tali ore di lavoro fossero retribuite a una tariffa di sette euro l’ora".

"Con il loro insostituibile lavoro di cura -sottolinea Federanziani- i nonni permettono a figli e figlie di accedere al mercato del lavoro, di risparmiare sulla tata e così poter pagare il mutuo. Questo denaro, circolante e non, è il frutto di un esercito di quasi un milione di nonne e di nonni impiegati a tempo pieno. Un numero che sale a tre milioni se contiamo coloro che si dedicano ai nipoti in maniera saltuaria".

"I nonni si dimostrano ancora una volta il pilastro della famiglia e della società -spiega a Labitalia il presidente di Federanziani Senior Italia, Roberto Messina- non solo in quanto portatori di valori e saggezza, ma anche dal punto di vista economico. Ciò accade tanto più in una fase di incertezza economica in cui le pensioni, anche se esigue, rappresentano almeno un reddito sicuro, mentre figli e nipoti che vivono in situazioni economicamente precarie si ritrovano a cercare nelle generazioni passate un sostegno importante per poter far fronte alla rata del mutuo ma anche alle tante spese correnti".

"Riteniamo sia ora -afferma- di superare lo stereotipo dell’anziano come un peso per la società e di mettere in evidenza il ruolo attivo, partecipativo, che i senior ricoprono nel nostro Paese. La fragilità è certamente una delle dimensioni della terza età, come lo è della vita nel suo complesso, ma non è la sola".

"Proprio per far passare -ribadisce Roberto Messina- questo messaggio e per stimolare il senso di gratitudine verso le generazioni più mature, che tanto hanno fatto e continuano a fare per questo Paese, abbiamo lanciato la nostra campagna Millepiazze per i nonni d’Italia”.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza