cerca CERCA
Domenica 26 Giugno 2022
Aggiornato: 16:38
Temi caldi

Comunicato stampa

Lancio del progetto CONSENT per promuovere ruoli di genere sani e comportamenti consensuali nelle relazioni tra pari tra giovani

24 marzo 2022 | 15.37
LETTURA: 6 minuti

Milano, 24 marzo 2022 - Un progetto a livello dell'UE sensibilizzerà i giovani, i genitori, gli insegnanti e le istituzioni sull'impatto negativo della pornografia, per prevenire tutte le forme di violenza di genere (GBV), con particolare attenzione alla violenza sessuale, e ostacolare gli effetti della sessualizzazione prematura e dell'ipersessualizzazione tra i bambini e i giovani.

A partire da febbraio 2022, cinque partner provenienti da Spagna, Italia, Svezia e Germania hanno unito le forze per lavorare al progetto "CONSENT" a livello dell'UE, che la Commissione europea ha scelto di sostenere con il suo programma Citizens, Equality, Rights and Value (CERV).

Il condizionamento sociale di ragazzi e ragazze durante gli anni formativi influenza i ruoli e i comportamenti legati al genere, che possono avere un impatto sui modelli di violenza e vittimizzazione che continuano fino alla loro vita successiva. Pertanto, promuovere ruoli di genere sani tra i giovani e ostacolare l'impatto di Internet sulla sessualizzazione prematura e ipersessualità è la chiave per prevenire la violenza di genere, per creare relazioni più eque in cui il consenso è rispettato.

"Sono entusiasta di lavorare al progetto 'Consent'! Non vedo l'ora di iniziare una conversazione con i miei coetanei su un argomento che ritengo così urgente: come e a che età vediamo il porno, come lo metabolizziamo e come ci influenza e le molte altre questioni che sono sicura sorgeranno", ha dichiarato Lisa Andreozzi, Youth Ambassador per il progetto CONSENT.

Iper sessualizzazione prematura e normalizzazione della violenza attraverso la pornografia

L'Agenzia europea per i diritti fondamentali ha dichiarato che una donna su tre nell'UE (33%) è vittima di violenza fisica e sessuale dall'età di 15 anni. Una delle minacce più preoccupanti per il sano sviluppo della sessualità tra i giovani al giorno d'oggi è la pornografia online. Internet e i rapidi cambiamenti nel panorama digitale hanno portato cambiamenti significativi all'industria della pornografia, rendendo la pornografia facilmente accessibile 24 ore su 24, 7 giorni su 7, di solito completamente gratuita e il più delle volte anonima. Di conseguenza, il consumo di pornografia è aumentato drasticamente, specialmente tra i giovani.

"Il 2022 è l'anno europeo della gioventù per promuovere la cooperazione con le parti interessate e i giovani in molti settori. Uno degli obiettivi europei per la gioventù è la salute e il benessere dei giovani, con particolare attenzione alla promozione della salute mentale e sessuale. Sostengo l'approccio multi-agenzie del progetto Consent di lavorare con giovani, genitori, insegnanti e istituzioni per sensibilizzare sugli impatti negativi della pornografia", conferma Rosanna Di Gioia.

L'aspetto più preoccupante della pornografia è la normalizzazione degli atteggiamenti violenti e abusivi nei confronti delle donne che caratterizzano sempre più questo tipo di contenuti sessuali (aggressività, degradazione e oggettivazione sessuale). 9 delle 10 scene pornografiche più popolari contengono violenza fisica e aggressività e circa la metà delle scene contiene aggressioni verbali3. Questa violenza è quasi sempre diretta contro le donne (94%), e per lo più perpetrata da uomini.

Da un lato, i ragazzi che guardano contenuti pornografici possono quindi essere condizionati a credere che le donne godano di oggettivazione e violenza nei rapporti sessuali e che quando dicono "no" in realtà intendono "sì". D'altra parte, alle ragazze viene dato il messaggio che gli atti sessuali aggressivi fisicamente e verbalmente aumentano il piacere sessuale e che il loro ruolo nell'intimità è la soddisfazione dei partner.

Approccio sistemico per sensibilizzare giovani, adulti e istituzioni

C'è un urgente bisogno di misure preventive, educazione e miglioramento della conoscenza sugli effetti dannosi della pornografia non solo tra i giovani, ma anche tra i genitori / caregiver, insegnanti e altri educatori. Manca un approccio sistematico e un impegno da parte delle autorità pubbliche e dei professionisti responsabili per affrontare il problema. Ciò lascia la maggior parte dei giovani con pochissima o nessuna conoscenza della pornografia e dei suoi effetti, mentre l'industria della pornografia continua a influenzare notevolmente la loro salute sessuale, le relazioni e il benessere.

"Noi di MÄN non vediamo l'ora di prendere parte ai risultati del progetto durante questo viaggio e di aggiungere le nostre esperienze al progetto. Con la base di conoscenze collettive dei partner e dell'Advisory Board prevediamo un grande risultato per i giovani nei loro anni formativi", afferma Martin Odh, MÄN.

Il Consorzio CONSENT informerà genitori e caregiver sul facile accesso a materiale sessualmente esplicito da parte dei bambini, migliorerà la conoscenza di insegnanti ed educatori sugli abusi online e l'uso della pornografia, aumenterà la consapevolezza dei giovani sulle implicazioni della pornografia sulle relazioni intime e migliorerà l'impegno delle istituzioni, delle principali parti interessate e degli esperti IT, per salvaguardare la sicurezza online dei bambini e il sano sviluppo dei giovani.

Informazioni sulla partnership

Il progetto CONSENT è sviluppato da un team internazionale interdisciplinare composto da:

Fundación Blanquerna, organizzazione di ricerca e formazione all'interno della Facoltà di Psicologia, Educazione e Scienze motorie dell'Università Ramon Llull, Spagna – Coordinamento e supporto scientifico;

CAM, Centro di Ascolto Uomini Maltrattanti Onlus, ONG e programma per uomini autori di violenza incentrato sull'intervento nella violenza contro donne e bambini promuovendo il lavoro con uomini che agiscono violentemente nelle relazioni affettive, Italia;

Conexus, Associació CONEXUS Atenció, Formació i Investigació Psicosocials, ONG senza scopo di lucro con la violenza di genere come principale campo di competenza e attività, offrendo programmi di intervento per donne, bambini e giovani e per i perpetratori di sesso maschile, Spagna;

Kaspersky, società globale di sicurezza informatica e privacy digitale;

Unizon, rappresenta oltre 130 rifugi per donne svedesi, centri di empowerment per giovani donne e altri servizi di supporto che lavorano insieme per una società di parità di genere libera dalla violenza, Svezia;

WWP EN, la rete europea per il lavoro con gli autori di violenza domestica, Germania ed Europa.

Un Advisory Board esterno supervisionerà e supporterà il Team. Il consiglio è composto da:

• Marianne Hester, professore affiliato presso l'Università di Göteborg, Svezia e cattedra in violenza di genere e politica internazionale, Università di Bristol;

• Anna Lindqvist, Manager di Män, Svezia, esperta in educazione alla parità di genere e prevenzione GBV tra i giovani;

• Rosanna Di Gioia, Italia, ricercatrice sulla sicurezza online e la prevenzione dello sfruttamento sessuale minorile presso la Cyber & Digital Citizens' Security Unit del Joint Research Center.

Contatto per i media

Dimitra Mintsidis - WWP European Network – d.mintsidis(at)work-with-perpetrators.eu

Berta Vall - FPCEE Blanquerna, Università Ramon Llull - bertavc(at)blanquerna.url.edu www.workwithperpetrators.eu/consent

Informazioni su Kaspersky

Kaspersky è un’azienda di sicurezza informatica e digital privacy che opera a livello globale fondata nel 1997. La profonda competenza di Kaspersky in materia di threat intelligence e sicurezza si trasforma costantemente in soluzioni e servizi innovativi per proteggere le aziende, le infrastrutture critiche, i governi e gli utenti di tutto il mondo. L'ampio portfolio di soluzioni di sicurezza dell'azienda include la protezione degli Endpoint leader di settore e una serie di soluzioni e servizi specializzati per combattere le minacce digitali sofisticate e in continua evoluzione. Più di 400 milioni di utenti sono protetti dalle tecnologie di Kaspersky e aiutiamo 240.000 clienti aziendali a proteggere ciò che è per loro più importante. Per ulteriori informazioni: https://www.kaspersky.it/

Seguici su:

https://twitter.com/KasperskyLabIT

http://www.facebook.com/kasperskylabitalia

https://www.linkedin.com/company/kaspersky-lab-italia

https://www.instagram.com/kasperskylabitalia/

https://t.me/KasperskyItalia

Contatto di redazione:

kaspersky@noesis.net

www.kaspersky.it

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza