cerca CERCA
Domenica 14 Agosto 2022
Aggiornato: 22:42
Temi caldi

Antitrust chiede alle banche un passo indietro: "Rafforzare la separazione con le fondazioni"

30 giugno 2014 | 16.39
LETTURA: 4 minuti

Il presidente Pitruzzella presenta la relazione annuale al Senato: "Riformare la legge sul conflitto d'interessi". Nel biennio 2013-2014 le sanzioni dell'organismo di controllo sono state pari a 314 mln di euro

alternate text

Nel biennio 2013-2014 le sanzioni dell'Antitrust sono state pari a 314.853.831 euro. Lo rileva il presidente dell'Authority per la Concorrenza Giovanni Pitruzzella nella relazione annuale presentata al Senato. "L'Antitrust, per comportamenti anticoncorrenziali, nel 2013 ha irrogato sanzioni pari a 112.873.512 euro e, nei primi sei mesi del 2014, pari a 184.528.819 euro". Lo rileva il presidente dell'Authority per la Concorrenza Giovanni Pitruzzella, presentando la Relazione annuale al Senato. "In sede di accertamento di pratiche concorrenziali scorrette - aggiunge - sono state irrogate sanzioni per 9.253.000 euro nel 2013 e per 8.198.500 nei primi sei mesi del 2014".

Conflitto interesse - La legge sul conflitto di interessi è insufficiente: va riformata. E' il messaggio del presidente dell'Antitrust alla presentazione della Relazione annuale al Senato. Pitruzzella ha spiegato che "273 decisioni hanno riguardato l'applicazione della legge sul conflitto di interessi dei membri del Governo, la cui insufficienza abbiamo segnalato al Parlamento con la relazione semestrale inviata a dicembre del 2013, in cui ribadivamo la necessità di una riforma della materia".

Banche - Va rafforzata la separazione tra banche e fondazioni. Lo sottolinea il presidente dell'Agcm che sollecita "un rafforzamento della separazione tra fondazione e banca conferitaria, estendendo il divieto di detenere partecipazioni di controllo in società bancarie anche ai casi in cui il controllo è esercitato, di fatto, congiuntamente ad altri azionisti".

Rc auto - L'Antitrust ritiene "ormai necessario un intervento di riforma nel mercato delle assicurazioni per la responsabilità civile derivante dalla circolazione di auto e moto". Si tratta di un mercato, infatti, "dove i prezzi per le polizze pagati dai consumatori sono tra i più alti d'Europa e la mobilità degli assicurati da una compagnia all'altra è particolarmente bassa", ha spiegato il presidente dell'Antitrust. E' questo delle assicurazioni uno dei settori che figureranno nella segnalazione per la formazione della legge annuale sulla concorrenza, che l'Autorità si accinge a definire. La segnalazione per la legge annuale, che arrivera' a breve, evidenziera' infatti "l'esistenza di numerosi settori economici in cui il quadro normativo ostacola il confronto concorrenziale basato sui meriti e favorisce le rendite di posizione".

Internet -"L'e-commerce offre straordinarie possibilità di crescita economica, ma internet non può tramutarsi in un Far West dove tutto è consentito". Il commercio elettronico e' quindi indicato tra le "priorita'" dell'Autorita' garante della concorrenza e del mercato : su questo terreno sono stati concusi procedimenti "che hanno condotto all'oscuramento di 160 siti che vendevano prodotti contraffatti e di 3 siti che vendevano farmaci soggetti a prescrizione medica. Abbiamo, inoltre - spiega Pitruzzella - avviato 3 istruttorie nei confronti di grandi operatori dei nuovi mercati aperti da internet, quali Google, Apple, Amazon e Gameloft nel settore delle applicazioni gratuite per smartphone e tablet, Tripadvisor nel mercato delle recensioni online e Groupon in quello dell'e-couponing".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza