cerca CERCA
Lunedì 27 Settembre 2021
Aggiornato: 22:42
Temi caldi

Torino

Lapo Elkann: "Da bambino mi sentivo sfigato"

07 aprile 2018 | 11.22
LETTURA: 3 minuti

alternate text
(Fotogramma) - FOTOGRAMMA

"A scuola ho perso due anni e convivevo con il fatto di sentirmi un problema, mi sentivo uno sfigato, mi sentivo meno di...e mi rifugiavo nel mondo dei sogni". Così Lapo Elkann, intervenuto al convegno nazionale 'SOS Dislessia' al Centro Congressi Santo Volto di Torino, ha descritto la sua infanzia da bambino dislessico. "Ho dovuto affrontare tante scuole diverse in un'infanzia che è stata spacchettata in tanti paesi - ha raccontato il rampollo di casa Agnelli - Ho fatto una scuola francese che era estremamente difficile e in un contesto scolastico dove il mio processo di apprendimento è stato un inferno", ha aggiunto, confessando di aver perso due anni a scuola proprio a causa della dislessia.

"L'umiliazione più grande è stata quella di passare la maturità lo stesso anno di mia sorella che ha due anni in meno di me e che aveva voti nettamente migliori dei miei - ha rivelato Lapo - personalmente mi sentivo uno sfigato, mi sentivo meno di...e convivevo malissimo con tutto ciò, però - ha proseguito - viaggiavo con la mente, sognavo e immaginavo un mondo migliore". "Guardavo le cose e pensavo a come renderle più belle ed estetiche, a come creare un mondo più bello, con più fantasia e creatività, e sognavo perché - ha concluso - il sogno era un modo per evadere dal problema. Nella mia infanzia e adolescenza ho usato il sogno come il più grosso metodo di evasione".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza