cerca CERCA
Mercoledì 20 Ottobre 2021
Aggiornato: 18:41
Temi caldi

Comunicato stampa

L'Arabia Saudita assume la presidenza del G20 2020

01 dicembre 2019 | 22.55
LETTURA: 3 minuti

RIYADH, Arabia Saudita, 1 dicembre 2019 /PRNewswire/ --

Il Regno dell'Arabia Saudita assume oggi la presidenza del G20, in vista del vertice dei leader che si terrà a Riad il 21 e il 22 novembre 2020. La Presidenza saudita del G20 si congratula per il lavoro svolto dalla presidenza giapponese del G20 nel 2019 e continuerà a sostenere gli sforzi del gruppo volti a sviluppare la cooperazione globale.

Commentando il lancio della Presidenza, Sua Altezza Reale, il principe Mohammed bin Salman bin Abdulaziz Al Saud, Principe ereditario e Vice Primo Ministro, ha dichiarato:

"La Presidenza saudita del G20 è impegnata a proseguire il lavoro di Osaka e a promuovere il consenso multilaterale. Collaborando con i nostri partner del G20, ci impegneremo a realizzare interventi concreti e a cogliere opportunità che ci consentano di affrontare le sfide del futuro".

Sua Altezza Reale il Principe ereditario ha aggiunto:

"Il Regno dell'Arabia Saudita è al crocevia di tre continenti: Asia, Africa ed Europa. Nell'ospitare il G20, il Regno avrà un ruolo importante da svolgere facendo presente la prospettiva della regione del Medio Oriente e del Nord Africa. Riteniamo che sarà un'opportunità unica per dare forma a un consenso su questioni internazionali accogliendo il resto del mondo nel nostro Regno".

Il Regno guiderà il lavoro del G20 sul tema della "realizzazione delle opportunità del XXI secolo per tutti" e  si concentrerà su tre obiettivi:

Durante la sua presidenza del G20, il Regno dell'Arabia Saudita si impegna ad assicurare che il G20 continui a riflettere un'ampia e inclusiva gamma di prospettive internazionali. In linea con tale impegno, il Regno ha esteso l'invito al Regno Hascemita di Giordania, alla Repubblica di Singapore, al Regno di Spagna e alla Confederazione svizzera. Inoltre, sono invitate anche organizzazioni regionali, compreso il Fondo monetario arabo (AMF), la Banca islamica per lo sviluppo (IDB), nonché la Repubblica socialista del Vietnam in qualità di presidente dell'Associazione delle Nazioni del Sud-est asiatico (ASEAN), la Repubblica del Sudafrica, in qualità di presidente dell'Unione africana (UA), gli Emirati Arabi Uniti, in qualità di presidente del Consiglio di cooperazione del Golfo (CCG), e la Repubblica del Senegal in qualità di presidente del Nuovo partenariato per lo sviluppo dell'Africa (NEPAD).

Le organizzazioni internazionali hanno storicamente contribuito in modo significativo al programma del G20. Tra le organizzazioni internazionali invitate per il 2020 figurano l'Organizzazione per l'alimentazione e l'agricoltura (FAO), il Consiglio per la stabilità finanziaria (FSB), l'Organizzazione internazionale del lavoro (OIL), il Fondo monetario internazionale (FMI), l'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE), le Nazioni Unite (ONU), il Gruppo della Banca mondiale (WBG), l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) e l'Organizzazione mondiale del commercio (OMC).

In vista del vertice dei leader, il Regno dell'Arabia Saudita ospiterà oltre 100 eventi e conferenze, tra cui riunioni a livello ministeriale e riunioni di funzionari e rappresentanti della società civile, tra cui Business 20, Youth 20, Labour 20, Think 20, Civil 20, Women 20, Science 20 e Urban 20.

Ulteriori informazioni, tra cui il programma della Presidenza e il programma completo degli eventi, sono disponibili sul sito web del G20: www.g20.org

Logo - https://mma.prnewswire.com/media/1037650/G20_Saudi_Arabia_2020_Logo.jpg

Richieste dei media: G20Media@saudisecretariat.gov.sa  +966-11-829-6129

 

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza