cerca CERCA
Mercoledì 28 Settembre 2022
Aggiornato: 00:06
Temi caldi

Lavoro, cresce in I trimestre su servizi e contratti a tempo

27 giugno 2017 | 12.33
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Fotogramma) - FOTOGRAMMA

Nel primo trimestre 2017 prosegue la tendenza all’aumento dell’occupazione. Ma se sull'anno cresce il lavoro dipendente che segna un +2% nell'industria e nei servizi, cala dello 0,3% quello indipendente. E sotto il profilo dei contratti per il quarto trimestre di seguito, a livello tendenziale, continua a crescere il lavoro a tempo determinato. E' quanto si legge nella Nota trimestrale sulle tendenze dell'occupazione gennaio-marzo.

Il lavoro a tempo determinato, infatti, è la sintesi del documento che mette insieme i dati del ministero del Lavoro, dell'Istat, dell'Inps e dell'Inail, continua ad aumentare "a ritmi crescenti" (rispettivamente +43mila, +64mila, +139mila, +231mila) dal secondo trimestre 2016. E sono i servizi il settore che traina l'aumento maggiore di occupazione (saldo assunzioni-occupazione +116mila) contro la crescita, seppure ridotta, dell'industria (+8mila).

Il tasso di occupazione destagionalizzato nel primo trimestre è stato comunque pari al 57,6%, in crescita di due decimi di punto rispetto al trimestre precedente e considerando l’ultimo decennio (2008-2017) il tasso recupera oltre due punti percentuali rispetto al valore minimo ma è ancora distante di oltre un punto da quello massimo registrato nel secondo trimestre del 2008 (58,8%).

Dopo due trimestri di calo, inoltre, torna a crescere anche il numero di occupati di 15-34 anni in termini sia tendenziali sia congiunturali. Significativo l’impatto dell’invecchiamento della popolazione sul mercato del lavoro che contribuisce a spiegare la crescita del numero degli occupati ultracinquantenni e indotta anche dall’allungamento dell’età pensionabile.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza