cerca CERCA
Venerdì 03 Dicembre 2021
Aggiornato: 04:58
Temi caldi

Lavoro: l’indagine, stress compromette salute infermieri e assistiti

16 giugno 2014 | 14.32
LETTURA: 2 minuti

Aumenta rischio errore.

alternate text

“Lo stress da lavoro compromette la salute degli infermieri, aumentando il rischio di errore, mettendo a repentaglio la salute degli assistiti che, in questi casi, difficilmente ricevono cure adeguate”. E’ quanto emerge dall’indagine Beyond breaking point negli ospedali realizzata dal Royal College of Nursing.

Più della metà (55%) degli intervistati ha avuto problematiche da stress dovute principalmente all’aumento del carico di lavoro e alla richiesta di rapidità delle prestazioni, nonostante i cambiamenti avvenuti nella struttura ospedaliera.

Quando il personale non è supportato dai propri superiori, la stragrande maggioranza degli infermieri (82%) ha confessato di essere andata a lavorare pur sentendosi male, aumentando di conseguenza il rischio di errore.

La ricerca evidenzia, inoltre, che più della metà (56%) degli intervistati ha riferito di aver subito violenza verbale o fisica da pazienti o utenti di servizi nel corso dell’ultimo anno, mentre circa uno su cinque (23%) ha riferito di essere vittima di bullismo da parte dei superiori.

Il 49% degli infermieri intervistati ammette poi che il lavoro ha un impatto negativo sulla sua vita, la sua salute e il suo benessere.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza