cerca CERCA
Giovedì 20 Gennaio 2022
Aggiornato: 10:43
Temi caldi

Lavoro: Sorrentino (Cgil), con decreto lavoratori sempre piu' ricattabili

27 marzo 2014 | 13.50
LETTURA: 2 minuti

"I lavoratori con i nuovi contratti a termine, per i 3 anni di prova potrebbero avere ogni 4 mesi un nuovo contratto quindi saranno sempre ricattabili dalle imprese". Così Serena Sorrentino, segretario nazionale della Cgil, sul nuovo decreto lavoro, ai microfoni de "L'Economia prima di tutto" del Gr Rai.

Secondo il sindacalista, quindi, "ci sarà un aumento della precarietà perché si interviene sui due contratti che erano proprio quelle forme di lavoro un po' più stabili rispetto alle altre. Nessuna semplificazione inoltre perché il contenzioso su questi contratti, in particolare sull'apprendistato, aumenterà". Sulle risorse per la cassa integrazione in deroga Sorrentino riconosce il "rischio emergenza sociale" e prosegue: "L'abbiamo denunciato unitariamente al ministro perché lui continua a dichiarare che dai loro conti manca un miliardo però bisogna dire che il miliardo e mezzo che c'era nella legge di stabilità già non c'è più".

E quindi, "visto che i primi 400 milioni che sono stati stanziati nel 2014 sono andati a coprire in parte gli accordi del 2013, abbiamo un problema molto serio anche perché, a differenza di ciò che dice il ministro Poletti , la cassa integrazione inderoga non viene utilizzata solo da quelle imprese che hanno finito gli ammortizzatori ordinari ma è l'unico ammortizzatore sociale che hanno tutte le imprese che non sono coperte dalla cassa integrazione ordinaria, molte delle quali le rappresentava lui fino a poco tempo fa. Significa quindi che se non c'è quello strumento, non c'è alternativa ai licenziamenti".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza